Febbraio 26, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

I marchi cinesi si stanno muovendo verso le bici elettriche e l’Europa non vede di buon occhio questo fatto

I marchi cinesi si stanno muovendo verso le bici elettriche e l’Europa non vede di buon occhio questo fatto

L’industria automobilistica europea non è l’unica a sentirsi minacciata dall’arrivo dei marchi cinesi in questa regione, come avviene ora Associazione europea dei produttori di biciclette Chi ha chiesto Commissione europea Che valuta Misure di protezione Per i produttori nazionali di questi mezzi di trasporto Concorrenza sleale Evitando così i danni economici causati da Importa biciclette cinesi A prezzi artificialmente bassi.

La necessità di verificare questa situazione ha a che fare con il fatto che la normativa attuale sta per scadere. Questa richiesta si basa “sulla premessa che la scadenza delle misure potrebbe portare a un continuo dumping e a danni ripetuti per l'industria europea”.

In questo modo l'Associazione europea dei produttori di biciclette si è già presentata al Comitato “prova sufficiente”Sottolineando che se queste restrizioni venissero revocate, gli attuali volumi di importazione di biciclette elettriche cinesi nell’Unione europea probabilmente aumenterebbero, dato che i produttori cinesi hanno una grande capacità produttiva che non è completamente utilizzata nel loro paese.

Inoltre, l’Unione Europea dei Produttori di Biciclette ha assicurato che la crescente domanda di questi prodotti nell’Unione Europea incoraggerebbe l’ingresso di prodotti ad un “prezzo molto interessante”. Le bici elettriche cinesi entreranno nell'Unione Europea a prezzi molto bassi fino a 69% in meno rispetto ai produttori europei.

In risposta, la Commissione UE ha invitato tutte le parti interessate a esprimere le proprie opinioni e fornire informazioni o fornire prove a sostegno della richiesta. Che dovrà essere inviato entro il termine di 37 giorni dalla data di pubblicazione del bando, avvenuta lo scorso 17 gennaio.

READ  La fortuna ama il paziente