Febbraio 28, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il Brasile si unisce all’ondata dei mercati emergenti con la vendita di obbligazioni in…

Il Brasile si unisce all’ondata dei mercati emergenti con la vendita di obbligazioni in…

Bloomberg – Il Brasile si rivolge ai mercati del debito per la seconda volta in meno di tre mesi, dopo che altri paesi in via di sviluppo hanno emesso obbligazioni all'inizio dell'anno anche se il rally globale ha vacillato.

La più grande economia dell’America Latina sta cercando di vendere obbligazioni con scadenza nel 2034 e nel 2054, secondo un prospetto di offerta pubblicato lunedì. Sono in corso le prime discussioni sui prezzi con rendimenti di circa il 6,625% per i titoli a 10 anni e del 7,5% per i titoli a 30 anni, secondo una fonte a conoscenza diretta, che ha chiesto l'anonimato perché non era autorizzata a parlarne. Lui lei. Il prezzo dovrebbe essere determinato oggi.

La vendita avviene in un momento in cui molti mutuatari dei paesi in via di sviluppo si stanno affrettando a emettere obbligazioni in valuta forte. questo lunedì, Il fondo sovrano saudita ha venduto tre tranche di obbligazioni denominate in dollari USA, Mentre la Costa d'Avorio ha avviato il processo di commercializzazione degli Eurobond.

Messico, Cile e Ungheria sono tra i paesi dei mercati emergenti che sono già entrati nei mercati nel 2024, anche se gli investitori abbandonano gli asset rischiosi mentre le prospettive di un taglio dei tassi di interesse negli Stati Uniti si resettano e i dati deludenti provenienti dalla Cina.

“Il Brasile è un venditore opportunistico e beneficia degli spread ridotti e della propensione degli investitori per nuove emissioni”. William Sneed, analista della Bank Bilbao Vizcaya Argentaria di New York, ha dichiarato:

Gli spread sulle obbligazioni brasiliane con scadenza nel 2033 si sono ridotti di circa quattro punti base dall’inizio dell’anno, in un contesto di ampio calo del rendimento aggiuntivo richiesto dagli investitori sui titoli di Stato dei paesi in via di sviluppo denominati in dollari.

READ  PayPal sta esplorando la possibilità di lanciare la propria stablecoin

Maggiori informazioni su Bloomberg.com