Aprile 16, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il Niger riferisce che Germania, Stati Uniti e Italia stanno rinegoziando gli accordi militari

Il Niger riferisce che Germania, Stati Uniti e Italia stanno rinegoziando gli accordi militari

MOSCA, 27 dicembre (Sputnik).- Il portale Aïr info ha riferito mercoledì che i funzionari del Niger intendono rivedere gli accordi di cooperazione nel settore militare con Stati Uniti, Germania e Italia, che hanno truppe nel Paese africano. Agadez.

“Le nuove autorità del Niger hanno annunciato una revisione degli accordi di cooperazione militare con tutti i paesi partner le cui forze armate hanno basi in Niger (…). Il Ministero degli Affari Esteri del Niger ha chiesto alle ambasciate dei rispettivi paesi di informare gli organismi competenti (…). In particolare, la forza di 1.100 uomini in Niger. “Queste informazioni sono state inviate agli Stati Uniti, all'Italia e alla Germania, che hanno 100 soldati ciascuno in Niger”, si legge nel comunicato.

Il 26 luglio, un gruppo di funzionari integrati nel Consiglio nazionale per la sicurezza interna (CNSP) ha annunciato l'impeachment dell'allora presidente nigeriano Mohamed Bassoum, accusando la “situazione della sicurezza di continuare a deteriorarsi” e di essere “povera”. Amministrazione economica e sociale.”

Il 28 luglio è stato annunciato che Abdurrahmane Diziani, l'ex comandante della guardia presidenziale, avrebbe assunto la guida del CNSP e le funzioni di “presidente ad interim” in Niger. Il 10 agosto Chiani firmò un provvedimento per la formazione di un governo ad interim.

I ribelli hanno chiesto l'espulsione dell'ambasciatore francese, hanno annunciato la cancellazione degli accordi militari firmati con Parigi e hanno chiesto il ritiro delle truppe francesi.

La Francia ha affermato più volte che riconoscerà solo le richieste delle autorità legittime del Niger, ma alla fine di settembre ha deciso di richiamare il suo ambasciatore. Il presidente francese Emmanuel Macron ha annunciato allo stesso tempo che il suo esercito lascerà il Niger entro la fine del 2023, cosa che è avvenuta il 22 dicembre.

READ  Francia, Germania e Italia hanno firmato a Siviglia un accordo sui futuri lanci di Ariane 6 e Vega C.

Nel frattempo, il primo ministro nominato dai militari Ali Mahamane Lamine Zeine, intervistato da Sputnik a dicembre, ha affermato che i funzionari nigeriani non avevano chiesto alla Francia di ritirare le sue truppe.

“Hanno preso la decisione sovrana di sospendere la nostra cooperazione militare quando ne avevamo più bisogno per combattere il terrorismo”, ha spiegato. (Sputnik)