Febbraio 26, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Nave umanitaria italiana “Ocean Viking” – DW – 31/12/2023

Nave umanitaria italiana “Ocean Viking” – DW – 31/12/2023

Governo di Italia Ha annunciato questa domenica (31/12/2023) che la nave umanitaria “Ocean Viking” è rimasta ormeggiata nel porto di Bari per 20 giorni, sostenendo che la nave aveva deviato dopo alcune operazioni di salvataggio. ONG SOS Mediterraneo.

“La 'Ocean Viking' è stata detenuta per la seconda volta in due mesi, terminando l'anno in cui ha iniziato, a causa di una legge inefficace, arbitraria e discriminatoria che ostacola la sua assistenza umanitaria in mare”, ha condannato la ONG in un comunicato. , situato a Marsiglia, nel sud-est della Francia.

La dirigente italiana dell'estrema destra Giorgia Meloni, secondo SOS Méditerrannée, accusa la “Ocean Viking” di “mancare di rispetto all'ordine di procedere senza indugio e con la massima velocità verso un luogo sicuro”, nello specifico il porto di Bari, designato da parte delle autorità italiane.

Mercoledì una barca ha salvato 244 migranti, tra cui otto donne, 18 minori non accompagnati e quattro bambini di età inferiore ai 4 anni, al largo delle coste della Libia in tre operazioni nel Mar Mediterraneo.

La ONG li ha accusati di “mancare di rispetto alle istruzioni di procedere senza indugio, alla massima velocità costante e su una rotta diretta” verso il porto designato.

Hanno cercato di salvare Padera con i coloni

Per questo motivo, ha “considerato” che il blocco fosse una risposta a un “leggero cambio di rotta” effettuato dopo aver ricevuto un avvertimento su un'imbarcazione con almeno 70 migranti in pericolo a 15 miglia (circa 24 chilometri) al largo.

Tuttavia, dopo aver ricalcolato la distanza della barca, la Ocean Viking si rese conto che in realtà era più lontana, quindi non potevano farci niente, quindi si voltò verso Barry: “Senza indugio è arrivato.”

READ  Sono spiagge, scogli e solo 50 persone (Isola Palmaria).

Il governo di estrema destra Giorgia Meloni ha stretto un giro di vite contro le ONG di soccorso, accusandole di favorire con la loro presenza il flusso di migranti, e ora, invece di negare loro un porto in passato, ne assegna uno – solitamente – più lontano . , dopo il primo recupero dovranno procedere senza ritardi o deviazioni.

jc (afp, efe)

Il Nobel alternativo riconosce SOS Méditerranée

Questo browser non supporta l'elemento video.