Maggio 18, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Riparare l’equipaggiamento fa guadagnare punti in una battaglia “Net Zero”.

Riparare l’equipaggiamento fa guadagnare punti in una battaglia “Net Zero”.

Le aziende spagnole e internazionali scommettono ogni giorno di più sull’economia circolare. Questo è un modello utilizzato come uno dei modi più comuni per contribuire un ‘granello di sabbia’ al percorso della sostenibilità ed è una tendenza che è in aumento, In particolare per quanto riguarda il noleggio di attrezzature e il rinnovo dei prodotti tecnologici. Nel bel mezzo della battaglia per raggiungere il “net zero”, le aziende stanno cercando di guadagnare punti e alcune si sono lanciate attraverso questo tipo di metodo con l’obiettivo di ridurre le proprie emissioni.

Secondo l’ultimo studio del Content Marketing Institute, intitolato “Global Refurbished Computers and Laptops Market 2023-2032”, durante quel periodo di tempo il mercato globale dovrebbe essere PC e laptop ricondizionati stanno registrando un tasso di crescita annuo composto dell’11,6%. Questo stesso documento scommette che questo mercato crescerà nei prossimi anni e prevede che entro il 2032 la dimensione del mercato raggiungerà i 12.600 milioni di dollari; così dicendo, Circa 11.500 milioni di euro da cambiare.

A livello generale in Spagna, Anche le aziende Ibex 35 hanno partecipato a questo percorso di economia circolare Secondo uno studio condotto dal Global Compact Spanish Network “Contribution of Ibex 35 companies to the 2030 Agenda”, le metriche di queste aziende riguardano la sostenibilità. Era dell’88% fino al 2022. Nello specifico, siamo cresciuti nella gestione, riduzione, riciclo e riutilizzo dei rifiuti. Secondo l’advisory, gli obiettivi di sviluppo sostenibile sono una delle priorità delle maggiori aziende nazionali. Per esempio, Il 94% di loro sta lavorando all’SDG 13 sull’azione per il clima, al fine di ridurre le proprie emissioni a breve e lungo termine porre fine alla neutralità climatica.

READ  Simmons & Simmons fattura 521 milioni di dollari e cresce del 12% a livello globale nell'ultimo anno fiscale | legale

Per questo stesso motivo, metodi come l’economia circolare sono fondamentali per loro. In particolare, è un modello di produzione e consumo che le aziende si sforzano di realizzare Condividere, affittare, riutilizzare, rinnovare e riciclare i materiali e i prodotti all’interno Con l’obiettivo di aggiungere valore, allungare la vita produttiva e ridurre il consumo di materie prime. Ora, sia le normative europee che la pressione del cambiamento climatico li spingono a cercare di ridurre le proprie emissioni. Secondo Eurostat, nel 2019 Il 2,06% dei posti di lavoro in Spagna era legato a questi campiche colloca il paese al di sopra della media UE.

Pertanto, secondo il rapporto dell’Agenzia francese per l’ambiente e la gestione dell’energia (ADEME) insieme al mercato nero, la percentuale di perdita di impatto con dispositivi ricondizionati, rispetto all’impatto causato da un nuovo dispositivo, è generalmente superiore al 90%. livello. nelle regioni Gli smartphone C02 possono ridurre del 91,6%; I tablet scendono dell’88,13%; Laptop 88,9% e desktop 89,77%. A livello generale, sono tutti in calo dell’89,6%. Ma anche eseguire questo tipo di metodo di ringiovanimento può produrre un impatto minore materie prime (94,1%) dentro acqua (94,5%) e rottami elettronici, altrimenti noti come “rifiuti elettronici” (92,6%).

Fleet, la startup che fa strada

Il campo dell’informatica è necessario per dare le ali ad alcuni metodi di sostenibilità. Fleet è una startup francese sbarcata un anno fa in Spagna e Si occupa principalmente della vendita e della gestione del parco informatico (computer, tablet e telefoni) delle aziende. Si concentrano sul noleggio di attrezzature e attualmente in Spagna (con sede a Barcellona) hanno già più di 100 clienti come Seedtag, Ironhack, Cover Manager, Reveni, Trucksters o Vivla.

READ  BBVA México e Bait firmano un'alleanza per offrire ricariche di tempo di trasmissione sui loro canali digitali

Il fondatore dell’azienda ha confermato a La Información che in Francia ci sono due milioni di aziende che hanno computer inutilizzati nel loro inventario e si assicurano che vengano riciclati. “Abbiamo alcuni calcoli che dimostrano che con ogni cliente con cui lavoriamo ci assicuriamo che non sprechi 1,5 chilogrammi di rifiuti elettronici”.commenti sul suo fondatore, Alessandro Brech. Per questo motivo, e per non generare più rifiuti, Fleet offre anche la possibilità di accedere a un computer ricondizionato di “ottima qualità”.

Alexander Berich, CEO di Fleet

Anche Berrinche afferma che ci sono diversi clienti che utilizzano solo flotte di dispositivi ricondizionati. “Questa è una strada importante se vuoi intraprendere un percorso più sostenibile come azienda. Perché puoi scegliere di noleggiare o acquistare mensilmente prodotti nuovi o ricondizionati e il leasing è davvero una strada che aiuta». E verrai portato nel mondo della sicurezza e della gestione dei dispositivi mobili (MDM). Ti consente di proteggere, monitorare e gestire i dispositivi mobili indipendentemente dal tuo operatore telefonico.

La flotta contribuisce all’ambiente e riduce le emissioni perché in questo modo le aziende non cambiano tanto da computer ed elettronica. “Pensiamo di sì con Fleet Ti aiuta a essere più sostenibile perché non devi cambiare computer così spesso. Ci assicuriamo di conservare il tuo computer per almeno tre anni Con garanzia e supporto, e alla fine lo ripristiniamo e lo rinnoviamo “, ammette il co-fondatore. Ora, oltre alla Spagna, l’azienda francese è focalizzata sull’espansione della propria attività in Germania e Regno Unito nei prossimi mesidue stati in cui le normative sulla sostenibilità sono in aumento perché è anche un settore che trattiene molti dipendenti.