Lamezia, “Analisi storica e critica del malaffare nel mondo del calcio, dalle origini a Dirty Soccer”: il 26 maggio incontro al Chiostro

LAMEZIA TERME – “Analisi storica e critica del malaffare nel mondo del calcio, dalle origini a Dirty Soccer”. Questo il titolo dell’incontro organizzato dall’Associazione Passione e Tradizione Vigorina e volto ad affrontare tematiche sempre più attuali all’interno del panorama calcistico e sportivo.
“Il pallone è malato – – si legge inuna nota – passato dall’essere un gioco a puro strumento finanziario ed economico, legale e soprattutto illegale. Nel corso dell’ultimo secolo le trasformazioni che hanno caratterizzato questo sport sono state tante e diverse.
La criminalità, il malaffare si sono intersecati all’interno dell’ambiente calcistico traendone frutti diversi, che vanno dalla pura propaganda e ritorno politico, sino al riciclaggio ed al calcioscommesse. Con l’aiuto di due esperti del settore, Simone Nastasi e Simone De Meo– entrambi da anni impegnati nella denuncia e nella sensibilizzazione di queste tematiche – cercheremo di analizzare gli aspetti meno chiari di questo ‘’gioco’’, attraversandone le diverse epoche, raccontando i principali scandali, cercando di raffigurarne protagonisti e motivazioni. Giungeremo in fine al recente passato caratterizzato dalle due inchieste più scottanti. Operazione Last Bet, un vero e proprio maremoto che inondò persino la massima serie, coinvolgendo volti noti del panorama calcistico italiano.
Dirty Soccer, un sisma giudiziario che ha riguardato da vicino la città di Lamezia Terme, la sua centenaria squadra e tutto il calcio minore. Cercheremo di comprenderne le dinamiche e riassumerne i caratteri cruciali.
Sarà presente all’interno del Chiostro San Domenico, dalle ore 18,30 in poi, un piccolo stand dell’Associazione dove saranno aperti i tesseramenti”.