VIGOR LAMEZIA: mezzala cercasi. Riflettori su Vagga e Guadalupi

L’identikit, tuttavia, che sembra emergere per il nuovo acquisto biancoverde è un giocatore di buona gamba, bravo nei 20 metri, capace di muoversi senza palla e propenso al sacrificio. Un calciatore che il ds potrebbe pure prelevare dal Genoa o soprattutto dal Parma, con cui il sodalizio di via Marconi detiene un canale preferenziale eretto negli ultimi anni. Il gruppo, comunque, non è disturbato dalle voci di mercato e si allena regolarmente. Il preparatore atletico Piergiuseppe Apicella sta intensificando il lavoro affinché i guai fisici e muscolari non si ripetano con frequenza. Una costante della prima parte di stagione, con i lametini che ad ogni incontro hanno dovuto sempre fare a meno dai due ai cinque elementi.
La lista è lunga. Rossini non ha mai debuttato per il riacutizzarsi di un vecchio infortunio. Mangiapane, per noie ai muscoli, conta appena cinque partite da titolare. Carbonaro quattro, di cui due subentrando dalla panchina, totalizzando 217′ di gioco (all’incirca due partite e un tempo). Padulano tredici presenze, ma soltanto sei dall’inizio. Tutto questo per il ritorno è da evitare. L’attività proseguirà oggi con una doppia seduta, mentre domani a Pianopoli, sul sintetico del “Catania” alle 15, si terrà un’amichevole contro il Real che milita nel campionato di Prima Categoria. Occhi puntati sulle condizioni degli infortunati. Zampaglione, fermo dalla gara infrasettimanale con il Teramo (8 dicembre), dovrebbe recuperare per la prima partita del 2014. Stessa situazione per Mangiapane, che non calca i campi dalla quinta giornata a Martina Franca (era il 29 settembre). I dubbi permangono su Carbonaro, il quale dopo una breve apparizione in Vigor-Arzanese (3 novembre) è ancora fermo ai box, e Rossini. Alla riapertura del torneo (5 gennaio), al “D’Ippolito” contro il Sorrento, mancherà anche Del Sante per squalifica. (Gazzetta del Sud – A.pe.)