sabato, Luglio 20, 2024

Top 5 This Week

Related Posts

Una “torre pendente” a Bologna, in Italia, è stata chiusa per paura di crollo

(CNN) — Dante Alighieri ne rimase talmente incantato che scrisse di lei due volte: nella “Divina Commedia” e in un altro sonetto. Charles Dickens lo attaccò mentre era in viaggio in Italia. Ora la torre medievale “pendente” nella Carricenda di Bologna sta attirando una pubblicità più moderna, con la preoccupazione che possa affondare.

Le strade intorno alla Carricenda, una delle “torri gemelle” di Bologna che si ergono insieme nel centro della città, sono state affollate mentre gli scienziati monitorano il monumento per individuare eventuali segni di crepe o spostamenti della struttura.

La torre alta 48 metri fu costruita nel XII secolo, quando Bologna era una piccola Manhattan, decine di torri raggiungevano il cielo, ognuna costruita da famiglie locali che cercavano di costruire più in alto della precedente. Ma pende con un angolo di quattro gradi, leggermente più dritto della Torre pendente di Pisa, con un angolo di cinque gradi. All’inizio del XIV secolo era già inclinato quando l’Alighieri scrisse “Inferno”, in cui descrive la vertigine provocata guardando il lato inclinato di Caricenda. Oggi una targa sulla torre ricorda il versetto a lui dedicato.

Accorciato negli anni successivi, sorge al centro della città accanto agli Asinelli, una torre alta due volte su cui i turisti possono salire.

Il sindaco della città, Matteo Lepore, ha transennato l’area attorno alle torri durante il fine settimana dopo aver incontrato l’osservatore del patrimonio cittadino e un team di scienziati che monitorano le torri dal 2018, affermando che “è necessario determinare una maggiore sorveglianza e l’installazione di sensori”. .” Informazioni sullo stato di salute di Carisenda”, ha annunciato lunedì in consiglio comunale in un discorso condiviso con la CNN.

READ  Il leader Remco Evenepoel si è ritirato dal Giro d'Italia dopo aver contratto il Covid

Intorno alla torre sono stati posizionati sensori acustici per monitorare rumori, crepe o scricchiolii ed è stato installato un pendolo per monitorare i movimenti.

Sospeso anche l’accesso dei visitatori agli Asinelli e sull’alta torre sarà installato un pendolo.

Secondo il sindaco, rendere l’area pedonale ha meno a che fare con la sicurezza immediata e più con la possibilità di consentire a strumenti di raccogliere dati più accurati.

I test continueranno per il resto della settimana per vedere se la torre fa qualcosa di più che “oscillare più o meno come ha fatto da quando è stata costruita”, ha detto Lepore, aggiungendo che tutte le torri e i grattacieli si muovono fino a un certo limite.

La torre “è pendente da secoli, ed è stata oggetto di diversi interventi nel corso dei decenni”, spiega Lepore.

Nei pressi dell’alta Torre degli Asinelli, la caricenda pende con un angolo di quattro gradi. Credito: DeAgostini/Getty Images

La relazione semestrale sarà presentata entro la fine di novembre, ha detto. L’Amministrazione comunale, una delle ditte che ha lavorato al crollo del ponte Morandi a Genova, ha già una ditta incaricata dei lavori necessari. Verrà inoltre costituita una task force guidata dal Consiglio comunale.

Di conseguenza, le strade rimarranno chiuse fino a venerdì Media localiGli autobus non dovrebbero più circolare attorno alle torri.

Garantendo il “simbolo della nostra città con la torre degli Asinelli” e la “tutela di Caricenda come monumento”, Lepore ha detto in consiglio comunale: “Stiamo lavorando per fare tutto quello che c’è da fare”.

I lavori arrivano dopo che Lucia Borgonzoni, sottosegretario al ministero della Cultura italiano, che rappresenta la destra della Lega Nord, ha espresso preoccupazione per la sicurezza della torre. Borgonzoni, politico dell’Emilia-Romagna, la regione di cui Bologna è il capoluogo, si era già candidato senza successo a sindaco della città nel 2016 e a presidente della regione nel 2019. Lebour rappresenta il Partito Democratico di centrosinistra e la sua opposizione nel consiglio comunale. Ha accusato la torre di non proteggerla.

READ  L'Italia perde la 'Legge Peckham': "È la distruzione del calcio"

Domenica Borgonzoni lo ha detto ad un giornale locale “Il Resto del Carlino” Si è detto “preoccupato” per le oscillazioni finora registrate e ha fatto presente che la commissione scientifica, che lo segue da cinque anni, ha “sottovalutato la situazione”.

Lunedì ha detto che “rimarrà fuori dal dibattito politico, non perché non voglia parteciparvi… ma quando si devono prendere decisioni importanti, credo che sia giusto farlo dal punto di vista organizzativo. Dovrebbe essere fatto con sobrietà e coscienza.” Tranquillo”.

Il Ministero della Cultura italiano non ha risposto a una richiesta di commento.

Nel frattempo, i residenti della zona continuano a lavorare come al solito.

“Non abbiamo paura”, dice. Fabio Bergoncini, guida turistica della città. “Per noi [los boloñeses] Non abbiamo mai pensato che fosse un problema.”

“La sicurezza è sempre importante, ovviamente dovrebbero indagare, ma non credo che la torre cadrà”.

Aldobrandino Golino
Aldobrandino Golino
"Studente di social media. Appassionato di viaggi. Fanatico del cibo. Giocatore pluripremiato. Studente freelance. Introverso professionista."

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Popular Articles