martedì, Luglio 23, 2024

Top 5 This Week

Related Posts

Celia Cruz: una versione maestosa e ballabile di “Patria y Vida” con intelligenza artificiale

Omar Pardillo, l’esecutore della canzone, ha detto che la voce di Celia Cruz nella nuova versione di “Patria y vida”, la canzone considerata l’inno nazionale delle proteste del 2021 a Cuba, ha dato alla canzone un tocco di “gravitas” pur essendo “ballabile”. .” Il cubano più cosmopolita.

“È stato un duro lavoro, ma alla fine penso che la gente l’abbia accettato molto bene e abbia visto il sentimento e il tono della sua voce. Penso che abbia dato alla canzone un tocco speciale, perché ‘Patria y Vida’ rappresenta anche la maestosità.”

Grazie all’intelligenza artificiale (AI), la nuova versione di “Patria y Vida” vede protagonisti Celia Cruz e il trombettista Arturo Sandoval, che si uniscono agli autori della canzone: Yotuel Romero, Gente de Zona, Decimer Bueno e Mikel Osorbo (che è imprigionato sull’isola ). Dal 2021) e rapper noto come El Funky.

Dopo alcune note di tromba, Celia entra all’inizio della canzone, cantando: “E tu sei la mia canzone della sirena / Perché con la tua voce se ne vanno i miei dolori”.

Secondo Bardillo si tratta di un’idea della cantante e attrice spagnola Beatriz Ahora e di suo marito, il cantante cubano Yotuel Romero.

“Quando mi hanno proposto la canzone avevo paura che la gente la fraintendesse, invece no, tutto quello che è venuto fuori dalla canzone è stato molto positivo. La voce di Celia c’è e inoltre sono convinto che se fosse stata viva, Celia avrebbe fatto Patria y Vida.””.

Luengo e Yotuel “sono venuti circa un mese e mezzo fa per presentarmi l’idea”, ha detto Pardillo, che ha conosciuto “La guarachera de Cuba” quando aveva 14 anni e ora gestisce una fondazione che porta il suo nome. Ha aggiunto: “La versione non era come adesso, era tutto un po’ più grezzo e mi piaceva davvero”.

READ  Enjambre torna a Los Angeles per un'esibizione esclusiva con l'orchestra

Ha aggiunto: “Ovviamente, se non avessi riconosciuto lì la voce di Celia Cruz, non avrei accettato”.

All’inizio di quest’anno, Luengo ha fatto il suo debutto come regista con un documentario sulla canzone, “Patria y Vida: The Power of the Music”.

La canzone emblematica ha ricevuto due Latin Grammy Awards nel 2021: “Song of the Year” e “Best Urban Song”.

Pardello si sente “orgoglioso” che il pubblico “ricordi ancora Celia”, e ancora di più quest’anno, che segna il 20° anniversario della sua morte.

Lo scorso luglio, la cantante cubana è stata commemorata nel santuario dedicato alla Vergine Maria, patrona di Cuba, a Miami, dove un coro ha eseguito la canzone “Guantanamera” in onore del ventesimo anniversario della sua morte.

“Guarachera di Cuba e del mondo”, hanno detto i suoi parenti presenti al tributo, è morta il 16 luglio 2013, e a Miami la memoria è stata commemorata in anticipo poiché l’evento commemorativo centrale si è svolto a New York.

La prossima settimana, secondo Pardillo, verrà aperta una strada a Miami Beach che porterà il nome di Celia.

“Sono molto felice, è un altro traguardo per la sua eredità”, ha detto Pardello, ricordando che ci sono già strade intitolate all’artista a New York, New Jersey, Los Angeles e Miami.

“A L’Avana prima o poi lo faranno e spero che non sia troppo lontano. Penso che lì, più che una semplice strada, devono fare molte altre cose per Celia Cruz.”

Chiara Pisano
Chiara Pisano
"Drogato televisivo certificato. Ninja zombi esasperatamente umile. Sostenitore del caffè. Esperto del Web. Risolutore di problemi."

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Popular Articles