Reperti archeologici in auto:due arresti nel cosentino

Rossano Calabro (CS) – I carabinieri di Mandatoriccio (Cosenza) hanno arrestato G.R., 48 anni, e M.M., 54, di Isola Capo Rizzuto(Crotone), in flagranza di reato per concorso nella detenzione di materiale di interesse archeologico. Nel corso di un servizio perlustrativo attuato nella marina di Mandatoriccio, durante una perquisizione dell’autovettura a bordo della quale i due viaggiavano, i militari hanno trovato nel portabagagli una “Skiphos” e una “Olpetta Miniaturistica con beccuccio“, integre, risalenti al quarto secolo avanti Cristo. I due reperti archeologici, sequestrati e sottoposti ai rilievi fotografici, dopo l’autorizzazione dell’autorita’ giudiziaria, saranno affidati al museo nazionale archeologico di Sibari. Su disposizione del pm Vincenzo Quaranta, i due arrestati sono stati rinchiusi nel carcere di Rossano. I carabinieri del capitano Francesco Panebianco pubblico indagano per individuare il canale di rifornimento del materiale archeologico ed eventuali altri complici. (AGI)