mercoledì, Giugno 19, 2024

Top 5 This Week

Related Posts

Cuba chiede la piena partecipazione palestinese alle Nazioni Unite – Escambray

Il rappresentante cubano Ernesto Soberon ha definito vergognoso e inaccettabile che il governo degli Stati Uniti sfrutti ancora una volta il suo antidemocratico potere di veto per continuare a sostenere con complicità Israele.

Soberon ha esortato a porre fine senza ulteriori indugi all’ingiustizia storica che ha impedito ai palestinesi di partecipare alle Nazioni Unite con pari diritti. (Immagine: campana)

Il Rappresentante Permanente di Cuba presso le Nazioni Unite, Ernesto Soberon, ha considerato lunedì l’ammissione della Palestina alle Nazioni Unite come un passo essenziale verso una soluzione ampia, giusta e duratura del conflitto in Medio Oriente.

Nel suo discorso davanti all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, l’ambasciatore ha sottolineato che la soluzione della crisi richiede il vero esercizio da parte del popolo palestinese del suo diritto inalienabile all’autodeterminazione e la costruzione del proprio Stato entro i confini pre-1967 con Gerusalemme Est come capitale. capitale. .

Il diplomatico cubano ha ribadito la disponibilità del suo Paese a contribuire ai legittimi sforzi internazionali per porre fine alla barbarie subita dal popolo palestinese.

La sessione dell’Assemblea Generale si è tenuta dopo che venerdì scorso la stragrande maggioranza ha approvato una risoluzione, co-sponsorizzata da Cuba, che amplia i diritti della Palestina all’interno del forum.

Il disegno di legge, che ha ricevuto 143 voti a favore, 25 astensioni e 9 oppositori, richiede che il Consiglio di Sicurezza affronti la questione della piena adesione della Palestina e conceda modifiche significative al suo attuale status di osservatore permanente.

Ha esortato la Rappresentanza Permanente di Cuba ad abrogare, senza ulteriori indugi, l’ingiustizia storica che ha impedito ai palestinesi di partecipare con pari diritti alle Nazioni Unite.

READ  Cuba nella cooperazione sud-sud: la via dell'integrazione

In questo senso, ha definito vergognoso e inaccettabile che il governo degli Stati Uniti abusi ancora una volta del suo antidemocratico potere di veto per continuare a sostenere con complicità Israele e ostacolare la chiara posizione di maggioranza nella comunità internazionale.

Soberon ha osservato che 144 Stati membri dell’ONU riconoscono già la Palestina, un numero che, secondo il diplomatico, continuerà ad aumentare.

Ha detto: “Lo Stato di Palestina è un membro attivo della comunità internazionale e dei forum multilaterali ed è soggetto ai diritti e agli obblighi previsti da varie carte internazionali”.

L’ambasciatore ritiene che il progetto di risoluzione approvato venerdì raggiunga giustizia riconoscendo che la Palestina soddisfa le condizioni per essere accettata come membro delle Nazioni Unite.

“Ogni momento di inazione costerà più vite innocenti. Ha aggiunto: “La storia non perdonerà coloro che non si preoccupano, e Cuba non sarà mai tra questi”.

Ciriaco Capone
Ciriaco Capone
"Creatore. Amante dei social media hipster. Appassionato di web. Appassionato fanatico dell'alcol."

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Popular Articles