Marzo 2, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Haiti ricorda le vittime di Vaillant

Haiti ricorda le vittime di Vaillant

“Trentasei anni dopo, ricordiamo quegli elettori coraggiosi che furono assassinati, schede in mano – ha detto il presidente durante la cerimonia – Trentasei anni dopo, la ferita è ancora aperta e i ricordi sono freschi”.

Henry ha sottolineato che nulla può cancellare questo terribile male che ha cercato di fermare lo slancio del popolo haitiano nell’adempiere al proprio dovere civico, e ha sottolineato che tre decenni dopo, i pensieri della gente sono rivolti ai fratelli e alle sorelle che morirono tragicamente quel giorno, e alle loro famiglie. Persone care che sono ancora colpite dalla loro perdita.

Il 29 novembre 1987, Haiti si preparava a tenere le prime elezioni dopo quasi tre decenni di regime autoritario guidato da François e Jean-Claude Duvalier, che dal 1957 al 1986 provocò più di 30.000 morti e centinaia di migliaia di esiliati.

Nel seggio elettorale di Ruel Vaillant (Scuola Argentina di Bellegarde) di questa capitale, quasi 20 elettori sono stati uccisi e l’ondata di terrore si è estesa ad altri dipartimenti, tra cui Aretibonite.

A quel tempo, la nazione caraibica era sotto il governo militare di Henri Namafi, che manteneva un regime severo e reprimeva i dissidenti. Il periodo che durò fino al febbraio 1988 fu conosciuto come Duvalismo senza Duvalier.

Gli esperti concordano nel ritenere che il “massacro” di Ruel Vaillant abbia inaugurato un’era di massacri contro il popolo haitiano per soffocare le aspirazioni popolari ad un reale cambiamento dello status quo.

OMR/AN

READ  Un gruppo di bambini scopre un fossile di un gigantesco pinguino preistorico