Febbraio 27, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

I Mavs saltano la storica serata di Luka Doncic e vanno avanti 30-0 contro l’Oklahoma |  soddisfazione

I Mavs saltano la storica serata di Luka Doncic e vanno avanti 30-0 contro l’Oklahoma | soddisfazione


Con un trio Kerensh Williams Per iniziare il quarto quarto, i Thunder hanno aperto un gap di 24 punti. Nella seconda notte dello scontro, senza Kyrie Irving o Grant Williams, i Mavericks se ne andarono con una vittoria e guardarono l’Oklahoma attaccare l’American Airlines Center. E poi è apparso Luka Magic. All’improvviso, Dallas ha iniziato un parziale di 30-0 guidato dallo sloveno. Assist sulla tripla, schiacciata di Dereck Lively II, altro assist sulla tripla. In otto minuti, i Mavs hanno lasciato l’Oklahoma a reti inviolate e hanno trasformato il punteggio da 87-111 a 117-111. Dei 30 punti, Doncic ha segnato 7 punti e altri 18 sono arrivati ​​dai suoi assist.

La massima follia ha assalito il Padiglione come mai prima d’ora. Il record nella storia della NBA da quando questa statistica è stata controllata è stato di 29-0 da Cleveland contro Milwaukee nel 2009.. I Mavs hanno fatto proprio questo nel quarto quarto e sono passati in vantaggio. Per un momento, i tifosi di Dallas hanno dimenticato tutti i loro problemi fuori dal campo e hanno potuto solo assorbire ciò che stavano facendo i giocatori di Dallas. Jason Kidd. Il problema è che ancora una volta si sono dimenticati di giocare gli ultimi tre minuti e mezzo, e L’Oklahoma ha avuto abbastanza tempo per cambiare le cose. Con Chet Holmgren in difesa e in attacco, il debuttante ha fatto tutto e hanno ottenuto la vittoria.

Non solo hanno sprecato letteralmente la più grande formazione nella storia della NBA, hanno sprecato Un’altra serata storica per Luka Doncic. Lo sloveno ha continuato nella sua prima partita dopo la nascita della figlia fino al 36 punti, 18 assist, 15 rimbalzi con 2 recuperi, altre 2 stoppate e tiro 22/11 dal campo. (5/13 in tre volte). Solo due volte, entrambi Oscar RobertsonHa ottenuto una partita di 36+18+15. NO Nikola Jokic, Giannis Antetokounmpo e Russell Westbrook. Non è stato l’unico a fare qualcosa di incredibile. Anche principiante Derek Lively è arrivato secondo con 20 punti, 16 rimbalzi e 6 stoppateIl fatto è che le piacciono solo i nomi Shaquille O’Neal, David Robinson, Tim Duncan e Hakeem Olajuwon tra gli altri.

READ  Fils, la meraviglia fisica della prossima generazione

Ma mentre Dallas vive per sempre Luca, L’Oklahoma ha dimostrato di essere una squadra soprattutto. Ancora la squadra Shai Gilgeous Alexander, Ma anche quando il canadese passa una serata negativa (17 punti, 6/13 al tiro) il resto si vede. Sette giocatori hanno chiuso in doppia cifra, realizzando 20 triple con una percentuale di precisione del 45,5%, e i sostituti hanno risposto con 55 punti (23 per Dallas). Jalen Williams ha aperto la strada con 23 punti, Carson Wallace e Bertans hanno aggiunto 15 punti dalla panchina e Josh Guede e Lou Dort hanno aggiunto 10 punti ciascuno. È rimasto a 11 con 11 rimbalzi e 5 stoppate. La vittoria si aggiunge alla sconfitta di Denver, portando i Thunder al secondo posto. Dallas, dal canto suo, è scesa al sesto posto con cinque sconfitte nelle ultime sette partite.

Risultati notturni

  • Golden State Warriors-Los Angeles Clippers 112-113

  • Minnesota Timberwolves 123-117 Charlotte Hornets

  • Orlando Magic 101-129 Brooklyn Nets

  • Cleveland Cavaliers 110-101 Detroit Pistons

  • Indiana Pacers-Miami Heat 144-129

  • Pellicani di New Orleans 118-124 Chicago Bulls

  • Atlanta Hawks 121-132 Milwaukee Bucks

  • Oklahoma City Thunder-Dallas Mavericks 126-120

  • Memphis Grizzlies 109-106 Phoenix Suns

  • Portland Trail Blazers 113-118 Utah Jazz

  • Houston Rockets-Los Angeles Lakers 97-107

il resto del giorno

Testa e croce sono tra i miei preferiti

Una giornata lunghissima, con 12 partite, prima della sosta per dare inizio alla fase finale del torneo stagionale, e con essa le sorprese. Perché anche se il Minnesota ha vinto ancora, per mantenere il primo posto in Occidente, il resto dei candidati ha dovuto affrontare alcune preoccupazioni. La triade interiore da lui formata Rudy Gobert, Karl-Anthony Towns e Naz Reid hanno totalizzato 77 punti, 24 rimbalzi e 4 stoppate nella vittoria su Charlotte.. Sono stati al primo posto per 12 giorni, quando nelle ultime 34 stagioni si sono uniti per aggiungerne solo 10. Sotto, i Nuggets hanno perso contro Sacramento un’altra notte senza Jamal Murray. Hanno terminato la settimana con cinque partite e sono scesi al terzo posto nonostante una tripletta Nikola Jokic ha segnato 36 punti, 14 assist e 13 rimbalzi. De’Aaron Fox E sta ancora urlando per entrare nella conversazione MVP con 26 punti e una vittoria.

Ed è ancora in Occidente Golden State ha mancato di 22 punti Allo stadio dei Los Angeles Clippers. un gruppo Ty Lo Era in vantaggio sul tabellone solo negli ultimi 10 secondi dopo una tripla Paolo Giorgio. È la seconda partita in tre serate in cui i Warriors si concedono una rimonta dopo aver insaccato 24 punti a Sacramento martedì. Draymond Green, che ha realizzato quattro triple nel primo quarto per un totale di 21 punti, ha mancato il vincitore della partita. Quanto a ciò che non ha perdonato, è stato Devin Booker quando è tornato sulle piste. Phoenix vince sui Grizzlies Santi Aldama ha segnato 7 punti e 7 rimbalzi per le Isole Canarie. libro Se n’è andato a 34 anni, con Altri 24 da Kevin Durant, Anche se è stato il miglior giocatore della partita Jaren Jackson Jr. con 37 Non basta a Memphis, che ancora una volta ha il secondo peggior record dell’Ovest dopo la vittoria dello Utah su Portland con 21 punti dal debuttante Keyonte George.

In Oriente anche il calcare e la sabbia sono tra gli elementi preferiti dell’anello. Orlando, cavalcando una serie di nove vittorie consecutive e sognando di battere il record di franchigia, cadde a Brooklyn in un’esibizione Michele Ponti. Ha segnato 26 punti e 8 triple nel primo quarto e 42 in totale, tre punti dietro la coppia Banchero (19) e Wagner (20)., anche se all’italiano mancavano due assist per realizzare una tripla doppia. E chiunque l’abbia preso lo è stato Giannis Antetokounmpo Nella vittoria di Milwaukee su Atlanta. Un parziale di 9-2 greco nei minuti finali e 32 punti, 11 rimbalzi e 10 assist hanno contribuito a spezzare la partita. Damian Lillard ha concluso con 25anche se la coppia esterna degli Hawks ha avuto una partita migliore: Ha 32 punti e 12 assist e Dejounte Murray ha 30 punti.

Anche Miami, che ha ricevuto i Pacers senza Haliburton, ha perso e ha segnato 144 punti. Sei giocatori dell’Indiana hanno più di 16 anni Bruce Brown Jr. ha segnato 30 punti in un duello con Jimmy Butler, autore di 33. Anche se quando si tratta di perdere i Detroit Pistons non piacciono a nessuno. La squadra ha subito 17 sconfitte consecutive dopo non aver vinto nessuna partita dalla fine di ottobre. Contro Cleveland hanno lottato per tre quarti prima di cadere nelle mani del trio esterno dei Cavaliers: Garland, Mitchell e Strauss, autore di 22 punti. A vincere sono stati i Bulls, ancora una volta senza di lui Zach LaVine. Coby White Punteggio 31 su 24 DeMar DeRozan Per superare alcuni Pelicans che facevano eccessivo affidamento su di loro Zion Williamson e Brandon Ingram hanno 50 punti in totale. I Lakers e i Rockets hanno concluso la giornata, un duello deciso Anthony Davis ha segnato 27 punti, 14 rimbalzi e 5 stoppate. Nessuno può fermare l’usciere in una notte tranquilla LeBron con Dillon Brooks in testa: 16 punti, 4 assist, 4 rimbalzi.

Alessandro Gaitan

Giornalista sportivo che copre la NBA da Toronto. Lasciò il Barcellona e visse a Boston, Sydney e Bogotà prima di restare in Canada per giocare nel miglior campionato del mondo.