giovedì, Giugno 20, 2024

Top 5 This Week

Related Posts

I mercati azionari europei hanno aperto in rosso dopo l'attacco israeliano all'Iran di ieri mattina

Madrid (Efe).- Le borse europee sono tornate in perdita venerdì, dopo una serie di ribassi lasciati dalle borse asiatiche dopo i guadagni realizzati ieri, giovedì, in risposta all'attacco sferrato questa mattina da Israele contro diversi obiettivi militari iraniani. che potrebbe avere conseguenze per l’economia globale.

In apertura tutte le Borse hanno ceduto oltre lo 0,50%, con Milano che ha perso lo 0,87%; Madrid 0,79%; Parigi 0,64%; Francoforte 0,53% e Londra 0,49%.

Anche l'Euro Stoxx50, l'indice in cui sono incluse le maggiori società europee per capitalizzazione di mercato, è sceso dello 0,74%.

Forte calo dell'indice Nikkei

L'indice principale della Borsa di Tokyo, il Nikkei, è sceso oggi, venerdì, del 2,66%, risentendo del calo del settore dei semiconduttori e della crescente preoccupazione per la crisi in Medio Oriente dopo l'attacco missilistico di Israele, secondo i media americani. Così come il più ampio indice selettivo Topix, che ha perso l'1,91%.

Borsa di Tokyo martedì scorso. EFE/EPA/Kimimasa Mayama

Wall Street ha chiuso ieri, giovedì, in territorio misto, e il suo indice principale, il Dow Jones, è salito dello 0,06% poiché gli investitori scommettono sulla cautela, mentre l'indice Standard & Poor's 500 è sceso dello 0,22% e il Nasdaq dello 0,52%.

Venerdì mattina presto, Israele ha lanciato diversi missili contro l'Iran nella provincia di Isfahan in risposta all'attacco di sabato scorso, ha detto alla ABC un alto funzionario americano, ma il responsabile non è stato ancora identificato.

Dopo l'attacco, un punto interessante è il prezzo del petrolio, che potrebbe aumentare notevolmente se il conflitto si espandesse.

Prezzo del petrolio

In questo momento, il greggio Brent, il punto di riferimento in Europa, è avanti dell’1,15%, anche se in rialzo fino al 4%, e il prezzo del barile è di 88,08 dollari, mentre il greggio West Texas Intermediate, il punto di riferimento negli Stati Uniti, è anche alto. 1,20% a 83,72 dollari al barile prima dell’apertura ufficiale del mercato.

READ  Twitter conferma che aggiungerà un'opzione per modificare i messaggi
Sacchi d'olio
Raffineria vicino a Umm Qasr a Bassora, Iraq. Effie/Alaa Al-Shammari

Da parte sua, l'oro, bene rifugio in tempi di crisi, è aumentato dello 0,22% e il suo prezzo ha raggiunto i 2.403 dollari l'oncia.

Nel mercato del debito, l'interesse sulle obbligazioni tedesche a lungo termine scende al 2,450%, mentre anche l'interesse sulle obbligazioni spagnole scende al 3,272%.

Bitcoin, la criptovaluta più popolare sul mercato, ha registrato un forte rialzo nelle prime fasi della sessione di negoziazione, di circa il 6% e ha raggiunto i 64.731 dollari.

L'euro, praticamente stabile, è stato scambiato in rialzo dello 0,03%, a 1,064 dollari.

Desideria Zullo
Desideria Zullo
"Educatore generale della birra. Pioniere del caffè per tutta la vita. Sostenitore certificato di Twitter. Fanatico di Internet. Professionista dei viaggi."

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Popular Articles