Aprile 16, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

I ministri latini si impegnano a lavorare per ridurre la disuguaglianza nell’istruzione

I ministri latini si impegnano a lavorare per ridurre la disuguaglianza nell’istruzione

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 maggio 2022 – 19:05

Buenos Aires, 27 maggio (EFE). – I ministri dell’Istruzione dell’America Latina e dei Caraibi, riuniti in Argentina questo venerdì, si sono impegnati a lavorare insieme “per ridurre le disuguaglianze sociali ed educative, tenendo presente che l’istruzione è un diritto umano universale e un bene sociale comune” per tutti i cittadini.

Ciò è stato concordato dalle massime autorità educative di 20 paesi della regione nella “Dichiarazione di Buenos Aires” emessa nell’ambito del Terzo Incontro dei Ministri dell’Istruzione dell’America Latina e dei Caraibi, organizzato dal Ministero dell’Istruzione. Argentina e l’Ufficio regionale per l’istruzione dell’UNESCO, secondo una dichiarazione rilasciata dal portafoglio argentino.

Nel documento i ministri hanno espresso la decisione di “rafforzare e diversificare i meccanismi nazionali e regionali di valutazione e monitoraggio dell’Agenda 2030, in linea con le realtà dei Paesi, al fine di ottenere informazioni affidabili e tempestive per orientarli”. i rapporti.

I funzionari hanno anche concordato di “prendere provvedimenti urgenti per ripristinare e trasformare i loro sistemi educativi”, il che significa “promuovere una profonda trasformazione che affronti i fattori strutturali e sistemici che hanno contribuito al significativo debito e all’ingiustizia educativa che la regione ha inflitto”. “.

I ministri hanno anche rivolto una “richiesta esplicita” alle organizzazioni finanziarie internazionali, sostenendo che l’indebitamento esterno è uno dei “principali ostacoli” al ripristino dei sistemi educativi regionali.

Hanno concluso invitando l’intera comunità a “rafforzare il proprio impegno per migliorare l’istruzione in America Latina e nei Caraibi”.

Lo scopo della terza riunione regionale dei Ministri dell’Istruzione – che si è svolta questo giovedì al Palazzo San Martin, sede cerimoniale del Ministero degli Affari Esteri argentino – era seguire i progressi e le sfide legate al raggiungimento del quarto obiettivo dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, che si concentra su “garantire un’istruzione inclusiva, equa e superiore”. la qualità”.

READ  Calais sconvolta dal naufragio di migranti nel Canale della Manica

L’incontro ha fornito un ambiente favorevole per promuovere l’agenda di cooperazione tra paesi per affrontare sfide comuni da una prospettiva comune, dopo la prolungata crisi che il continente ha vissuto a causa dell’epidemia di Covid-19 e l’impatto della crisi sanitaria sui sistemi educativi. dalla regione.

Durante l’incontro, i funzionari hanno approvato una proposta per rafforzare il meccanismo di coordinamento educativo regionale, che è stata incorporata nella tabella di marcia per l’attuazione dell’obiettivo di sviluppo sostenibile 4 – Istruzione 2030 per il periodo 2022-2025.

“Dobbiamo sfruttare questo momento storico come un modo per riscoprire noi stessi perché molti ruoli e modi di relazionarci nel contesto educativo sono cambiati”, ha sottolineato il ministro dell’Istruzione argentino Jaime Pirzec nella dichiarazione.

“Dobbiamo reinventare e implementare un’educazione più pertinente che richieda la responsabilità di tutti gli attori della società”, ha aggiunto. EFE

vd/rgm/pddp

EFE 2022. La ridistribuzione e la ridistribuzione di tutto o parte dei contenuti dei Servizi EFE, senza il previo ed espresso consenso di Agencia EFE SA, è espressamente vietata.