Settembre 28, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Incontra Bennu, l’asteroide che potrebbe colpire la Terra in 161 anni | comunità | rivista

La NASA stima che questa roccia spaziale abbia una probabilità dello 0,036% di colpire il nostro pianeta.

Ha le dimensioni dell’Empire State Building e ha il potenziale per causare gravi catastrofi nel nostro mondo. La NASA ha annunciato che l’asteroide che hanno chiamato Bennu ha una probabilità di 1 su 1750 (o 0,036%) di avere un impatto sul nostro pianeta nel 22° secolo.

“Non è una possibilità significativa”, ha detto David Farnocchia, uno scienziato del Jet Propulsion Laboratory della NASA in California e autore principale di un articolo sull’argomento pubblicato sulla rivista. Icaro. “Non sono più preoccupato per Beno più di prima. La probabilità dell’impatto è ancora molto piccola”, osserva l’esperto, secondo un Nota New York Times.

Questo scenario sembrerebbe molto remoto, sia in termini di probabilità sia in termini di tempo, perché se accadesse, si verificherebbe in 161 anni, o più precisamente in 58.845 giorni; Cioè, 24 settembre 2182.

“Come regola generale, si può dire che la dimensione del cratere sarebbe da 10 a 20 volte la dimensione dell’oggetto”, ha affermato Lindley Johnson, ufficiale della difesa planetaria della NASA. “Quindi, Un oggetto delle dimensioni di mezzo chilometro creerà un cratere con un diametro di almeno cinque chilometri, Può avere un diametro fino a 10 chilometri. Ma l’area di distruzione sarebbe molto, molto più grande, fino a 100 volte la dimensione del cratere”, aggiunge quella fonte.

READ  NASA: raccolta di campioni affetti da rocce tenere su Marte

Le possibilità di un asteroide in collisione con la Terra sono oggetto di studio costante da parte della NASA, che Gli esperti sono dell’opinione che è possibile che l’umanità, attraverso la tecnologia, sarà in grado di spostarla su un’orbita diversa per mantenere il nostro mondo al sicuro.

Per fare ciò, la NASA condurrà un esperimento utilizzando questa tecnologia con un asteroide chiamato Didymos nel 2022 e invierà la navicella spaziale Test di reindirizzamento a doppio asteroide per rimuoverlo dalla sua orbita. Il lancio della navicella è previsto per quest’anno. (IO)