Marzo 4, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La corsa alle batterie per veicoli elettrici ha due chiari vincitori: Tesla e BYD

La corsa alle batterie per veicoli elettrici ha due chiari vincitori: Tesla e BYD

Garantire la fornitura di componenti è una delle chiavi per vincere la corsa delle auto elettriche. La produzione di batterie è la capitale per raggiungere questo obiettivo e ci sono diversi giganti del settore che lottano per guidare la battaglia nei prossimi anni.

Sebbene sul mercato esistano grandi attori come Volkswagen o il gruppo Stellantis, ci sono due produttori che guidano questa corsa per la produzione di batterie: Tesla e BYD.

Ultimo un report Il rapporto Transportation & Environment (T&E) riflette che Tesla è in testa alla lista dei produttori di veicoli elettrici nella corsa per le forniture di batterie. Basato su Dati sui contratti pubblici Negli ultimi anni è stato dimostrato che i produttori hanno già ottenuto il 16% dei metalli chiave di cui avranno bisogno per produrre batterie fino al 2030.

Non è una corsa a pareggi: solo Tesla, Volkswagen, Stellantis e BYD sono riuscite a raggiungere gli obiettivi per garantire le forniture di cobalto, litio e nichel, con produttori come Hyundai/Kia, BMW o Toyota in ritardo.

Allo stesso modo, solo Tesla, BYD, VW, Ford, Renault e Stellantis hanno intenzione di porre fine alla loro dipendenza da questi metalli a lungo termine, e sono disposte a modificare la composizione delle loro batterie per farle funzionare senza la necessità del manuale a tre fattori. .

“Esiste una chiara disconnessione tra gli obiettivi dei produttori di veicoli elettrici e le loro strategie relative ai metalli critici. Tesla e BYD sono molto più avanti rispetto alla maggior parte dei produttori di automobili europei, che stanno appena iniziando a rendersi conto della sfida dell’approvvigionamento di metalli per le batterie. Questo dovrebbe suonare un campanello Il rapporto lancia l’allarme sulla necessità di amministratori delegati e investitori di essere maggiormente coinvolti nelle loro catene di fornitura. Carlos Rico, responsabile delle politiche T&E

Secondo gli esperti, nei prossimi anni il resto dei produttori dovrà affrontare la grande sfida di cambiare la propria strategia di fornitura. Questi saranno quelli che “faranno o distruggeranno la transizione dei veicoli elettrici”.

READ  L'Irlanda multa WhatsApp di 255 milioni di euro per violazione delle leggi sulla privacy dei dati dell'UE

Al momento la situazione nel settore è mista. Volkswagen ha ammesso di non poter più competere come marchio, segnando uno spostamento verso il veicolo elettrico che sarà preso in consegna dai lavoratori.

Mentre la domanda di veicoli elettrici diminuisce e le case automobilistiche cinesi superano le aziende europee, guidare la corsa per l’offerta e l’automazione di fabbrica, come Tesla con la sua Giga Press, sarà fondamentale nei prossimi anni.

Immagine | BYD

A Chataka | Una nuova batteria promette di risolvere tutti i problemi dell’auto elettrica. In soli sei minuti