Marzo 2, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La guerra tra Israele e Gaza in diretta |  Attacchi israeliani uccidono decine di persone nella città assediata di Khan Yunis |  internazionale

La guerra tra Israele e Gaza in diretta | Attacchi israeliani uccidono decine di persone nella città assediata di Khan Yunis | internazionale

Israele e Qatar si scambiano critiche per le critiche di Netanyahu alla mediazione di Doha per liberare gli ostaggi

Nelle ultime ore Israele e Qatar sono entrati in conflitto diplomatico a causa delle dichiarazioni del primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu, in cui criticava, senza sapere che fossero state registrate, il lavoro di mediazione portato avanti dal governo del Qatar. Hamas sta cercando di ottenere il rilascio degli ostaggi israeliani. Il Qatar dichiara la propria insoddisfazione per queste critiche e considera le parole di Netanyahu “irresponsabili e distruttive” e dimostra di essere più interessato a salvare la propria carriera politica che a salvare la vita di persone innocenti. La tensione tra le due parti potrebbe compromettere gli sforzi di mediazione per raggiungere una tregua e liberare gli ostaggi detenuti da Hamas.

Netanyahu è stato registrato in un incontro con i parenti degli ostaggi, affermando che la mediazione del Qatar non differisce da quella delle Nazioni Unite o della Croce Rossa, in quanto tende a favore dei palestinesi. Ha invitato gli Stati Uniti a fare pressione sul Qatar affinché l'emirato, a sua volta, eserciti la sua influenza su Hamas per liberare gli ostaggi.

Ore dopo, il portavoce del ministero degli Esteri del Qatar Majed Al-Ansari ha pubblicato una dichiarazione affermando che questa non era una “sorpresa”.

“Per mesi, dopo il successo della mediazione che l’anno scorso ha portato al rilascio di oltre un centinaio di ostaggi, il Qatar si è impegnato in un dialogo regolare con le parti negoziali, comprese le istituzioni israeliane, nel tentativo di stabilire un quadro per un nuovo accordo sulla ostaggi”, dice Al-Ansari. Aiuti umanitari immediati a Gaza”. [de Netanyahu] “Se si rivelassero vere, il primo ministro israeliano non farà altro che distruggere e indebolire il processo di mediazione, per ragioni che sembrano avere più a che fare con la sua carriera politica che con la priorità di preservare vite innocenti, comprese le vite degli ostaggi israeliani. .”

READ  Papa: Non possiamo abituarci agli incidenti e alle morti sul lavoro

Invece di preoccuparsi delle relazioni strategiche del Qatar con gli Stati Uniti, speriamo che Netanyahu decida di agire in buona fede e di concentrarsi sul rilascio degli ostaggi.

In risposta ad Al-Ansar, anche il ministro delle Finanze israeliano Bezalel Smotrich, un estremista di destra, ha accusato Doha in una lettera a Hamas datata 7 ottobre.