Febbraio 21, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La storia dietro il logo di McDonald’s

La storia dietro il logo di McDonald’s

I suoi archi dorati a forma di em sono nati dopo il lavoro dell’architetto Stanley Clark Meston

McDonald’s È uno dei marchi di fast food più famosi al mondo. Il suo logo è una em gialla riconoscibile, ma non è sempre stato così.

i fratelli asta E Mac McDonald Hanno aperto il primo ristorante dell’azienda americana nel 1940 a San Bernardino (California). Lo hanno fatto sotto il nome Il famoso barbecue di McDonald’s E il logo è composto solo da lettere nere.

Nel 1948 il riferimento al barbecue fu ritirato per concentrarsi sul “famoso hamburger”. Il suo secondo logo, in bianco e nero, includeva una figura. Il colore è arrivato nel 1953, con Una mascotte con una testa di hamburger, un prodotto che hanno venduto per 15 centesimi. è stato chiamato veloce.

i fratelli McDonald’s Hanno iniziato a concedere in franchising i loro negozi negli anni ’50 e volevano progettare un ristorante lungo la strada che attirasse l’attenzione degli automobilisti. asta Stava pensando di aggiungere due semicerchi a un edificio. Hanno assunto l’architetto Stanley Clark Mestonche ha trasformato la sua idea in archi metallici dorati con luci al neon.

La prima concessione McDonald’s Fu mostrato per la prima volta nel 1953 a Phoenix (Arizona). Osservando la costruzione da certe angolazioni, si può vedere questo Le parentesi si intersecano per formare una em. Nel 1960 il logo dell’azienda subì un cambiamento radicale, puntando sui colori rosso e giallo per rappresentare i suoi famosi archi dorati.

Evoluzione del logo

Il primo logo per McDonald’s Con gli archi dorati ha subito varie modifiche. La versione roboante di em arrivò nel 1968 e continua ancora oggi. Il nome del marchio è stato inserito all’interno della lettera, riportato in una versione successiva e finito per scomparire.

READ  US Open: azione di qualificazione dell'Argentina

Nel 2000 alla m è stato aggiunto un sorriso, mentre nel 2003 la frase “lo amoL’azienda ha deciso di puntare nel 2006 su una versione più minimalista del logo, con gli archi dorati in giallo su sfondo bianco.

di serie

Progetto Fiducia

saperne di più