BERLUSCONI: NON MI DIMETTO – BERSANI: GOVERNO D’EMERGENZA

Passo indietro? “Non possiamo andare incontro alle aspettative dei media e dell’opposizione. Non ci dimetteremo se non attraverso un voto di sfiducia che mi sento di escludere. Andremo avanti con una maggioranza coesa e forte e con questa maggioranza faremo le riforme“. Lo afferma Silvio Berlusconi, intervenendo telefonicamente ad una manifestazione a Cervere, in provincia di Cuneo, organizzata dal deputato del Pdl, Enrico Costa. “Non possiamo dialogare con i comunisti. Non c’e’ un protagonista tra di loro con cui fare un discorso serio”, dice il premier. Il presidente del Consiglio parla della riforma della giustizia, della riforma dell’architettura istituzionale, della riforma del fisco. “Ora occorre utilizzare questo arco di legislatura per fare le riforme“, conclude il Cavaliere.

BERSANI: PD PRONTO A UN GOVERNO D’EMERGENZA “Ci aspettano scelte difficili e sempre piu’ difficili per ogni giorno che passa senza un cambiamento. Il Partito democratico, nel segno dell’equita’ e della crescita, e’ pronto a prendersi le sue responsabilita’ a sostegno di un governo di emergenza e di transizione“. E’ quanto afferma tra l’altro il segretario Pd, Pier Luigi Bersani, in una nota.

MANOVRA: NON C’E’ STATO CAOS NEL GOVERNO Silvio Berlusconi parla della necessita di varare le riforme “per recuperare la fiducia dei cittadini“. Poi si sofferma sull’economia: “Ho dovuto mettere insieme una manovra da 54 milardi avendo a disposizione solo tre giorni e mezzo. Abbiamo fatto un miracolo“, dice il Cavaliere, “l’abbiamo migliorata, non siamo andati in confusione. Non c’e’ stato un caos nel governo”, afferma ancora il premier. “Giornali, opposizioni si sono scatenati, ma noi abbiamo solo migliorato la manovra. Nei tre anni di nostro governo abbiamo varato un’azione continua di risanamento dei conti pubblici“, ricorda Berlusconi.

PDL HA CARTE IN REGOLA PER VINCERE PROSSIME ELEZIONI “Ci presenteremo alle prossime elezioni con un programma che ci fara’ avere la fiducia degli italiani“, afferma Berlusconi “Io sono assolutamente convinto che tra un anno e mezzo il Pdl si presentera’ con le carte in regole per avere dai cittadini di nuovo il mandato a governare“, continua il premier.

ORA MISURE CRESCITA, LAVORIAMO SODO PER L’ITALIA “Quando ci accusano che la nostra economia cresce meno dell’economia di Germania e di Francia si dimenticano che noi abbiamo ricevuto in eredita’ alcune situazioni negative che nessuno puo’ eliminare“, afferma Berlusconi parlando del debito pubblico, del gap sulle infrastrutture, del fatto che l’Italia ha abbandonato il nucleare, della “pubblica amministrazione pletorica ed inefficiente“. Il premier ricorda che il governo lavora alle misure per la crescita e lo sviluppo: “Dimostreremo che il governo sta lavorando sodo per l’interesse dell’Italia. Non ci faremo abbattere il morale da questa opposizione“, afferma il presidente del Consiglio. “In settimana il Cdm esaminera’ provvedimenti strutturali quali le dismissioni del patrimonio pubblico e lo sblocco di grande opere”, anticipa il Capo dell’esecutivo. Berlusconi ha ricordato anche l’obiettivo del pareggio di bilancio nel 2013: “sara’ un evento storico”.