Giovanni Puccio (PD) su atti criminosi avvenuti a Lamezia Terme

Siamo fortemente preoccupati per il clima di tensione e per gli atti criminosi che stanno turbando la serenità della città di .

Questa mattina, in una zona centrale della città di , è stato ucciso , un giovane di 20 anni, a distanza di un mese dall’ del padre.

E’ il quinto omicidio in due mesi.

La città è profondamente turbata dallo scontro tra cosche e che insieme alle intimidazioni  quotidiane che si registrano in città (l’ultima è di ieri) producono un clima di paura che minaccia la libertà di tutti.

Lamezia deve reagire in modo forte ed ognuno deve fare la propria parte, si richiede un’assunzione di responsabilità non soltanto ai soggetti istituzionalmente preposti al contrasto della criminalità ma anche a chi (forze politiche, sociali, imprenditoriali, la Chiesa, il mondo delle professioni, l’associazionismo ed il volontariato, in modo netto, insieme, vogliono generare nella società quegli anticorpi necessari per sconfiggere ogni forma di violenza e di soprusi.

Il Partito Democratico che vuole essere parte di un autentico percorso di riscatto della città, che sappia isolare le forze criminali e contestualmente rafforzare le difese democratiche, si ritroverà – oggi 7 luglio alle ore 19:00 – sotto la sede di Corso Numistrano per un sit-in di denuncia e di solidarietà alla Procura ed alle Forze dell’Ordine che stanno fronteggiando un’offensiva criminale particolarmente pericolosa.

Il riscatto della città parte dalla consapevolezza della gravità della .