Maggio 17, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Progettano uno spazio per la ricreazione con piante autoctone, in legge – commento

In collaborazione con Centro universitario per la gestione ambientale (CEUGEA) e di altre unità universitarie, e scuola di legge Sviluppando uno spazio per il riposo e la ricreazione per insegnanti, studenti e visitatori, hanno anche incluso un giardino a tema, in stile Ecoparco di Noguerascon piante della regione non hanno bisogno di molto consumo di acqua.

Un tour del Campus Nord e delle strutture dell’Ateneo scuola di leggePresidente dell’Università Christian Jorge Torres Ortiz Zermeno Scopri lo stato di avanzamento del progetto che finora ha commentato il direttore di questo campus, Enoch Moran Torrespiù delle risorse, che richiede, soprattutto in natura, ha richiesto molta creatività e lavoro tra le varie dipendenze del Università Colima.

Anna Stefani Barrera GonzalezDirettore SeojiaHa detto che il centro di cui è responsabile si occupa di creare un ambiente favorevole alla convinzione di salute dei giovani, e finora hanno piantato un centinaio di piante.

Ha aggiunto solo quello scuola di legge e liceo komala Queste sono le scuole che hanno richiesto consulenza per un progetto simile e sono aperte a fornire consulenza a più scuole o college che lo richiedono (312315 5717, [email protected]).

Marilyn Hernandez Ortizbiologia Seojia, ha commentato che hanno piantato alberi forestali come cóbano, galeana, sorgenti e rosamoradas; alberi da frutto come anona, soursop e jackfruit; piante medicinali e piante dette tappezzanti, che richiedono poca acqua; “Oltre ad arricchire lo spazio abitativo, vogliamo ridurre il calore di alcuni gradi e avere un impatto ambientale positivo”.

“L’ecosistema naturale è rispettato – ha affermato – e diamo la priorità alle piante autoctone e alle piante speciali; non è un progetto costoso o idrico; stiamo lavorando per migliorare la produzione e la conservazione della fauna locale, tra queste impollinatoriOltre a mantenere l’umidità e ripristinare il terreno”.

READ  Iurreta ha una nuova zona pedonale a Tellitu

Enoch Moran Ha spiegato che il collegio che dirige aveva un ottimo edificio, ma non avevano spazi per la ricreazione o spazi boschivi, “e nel collegio, oltre al senso di responsabilità condivisa con l’ambiente, siamo convinti che dovremmo e possiamo contribuire alla sostenibilità”.

Infine, ha detto, la sua preoccupazione era che la comunità si appropriasse di questo spazio e che potesse partecipare a questo processo, che è l’inizio; “L’idea crescerà e avremo bisogno di contributi, ma soprattutto in natura. È pensata come un’area di riposo, ma lo studente ci va, fa colazione, mangia, fa i compiti, le riunioni di squadra e si sdraia sulle amache che ha donato Direzione Generale dei Servizi Universitari“.