Ottobre 5, 2023

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Batteria tampone: problemi comuni e soluzioni

Forse non l’hai neanche mai notata, ma tutti i computer, sia fissi che portatili, hanno al loro interno una piccola batteria rotonda che sembra una pila da orologio e prende il nome di “batteria tampone”.

Seppur piccola, la batteria tampone ricopre un ruolo importante all’interno del dispositivo perché serve a fornire l’alimentazione al CMOS (Complementary Metal Oxide Semiconductor) che, a sua volta, è responsabile della memorizzazione delle impostazioni hardware, dell’ora e della data del sistema e di alcuni parametri primari richiesti durante l’avvio del computer.

Come tutte le batterie, anche quella tampone prima o poi si scarica, dando luogo a malfunzionamenti ed errori che possono essere risolti solo sostituendola. Qui di seguito scoprirai come capire quando è arrivato il momento di cambiare la batteria tampone e come farlo.

Cos’è una batteria tampone?

La batteria tampone è una componente essenziale della scheda madre e, più precisamente, del CMOS la cui funzione principale è quella di memorizzare e conservare i parametri impostati relativi all’hardware del computer.

Questo tipo di memoria è volatile: per non perdere le informazioni in essa contenute deve essere sempre in funzione, anche a computer spento. Per far ciò, ha bisogno di un’alimentazione continua che è fornita, appunto, dalla batteria tampone.

Si tratta di una batteria al litio che assomiglia a una moneta e si trova sulla scheda madre del computer. Ha un consumo di energia molto basso e una durata che si aggira intorno ai 5 anni, anche se molti produttori indicano sulle confezioni che le batterie tampone possono durare fino a 10 anni.

La maggior parte delle batterie tampone sono da 3 V. Tuttavia, alcuni computer potrebbero richiedere una batteria da 5 V. Non sono ricaricabili: una volta scarica, la batteria tampone deve essere sostituita.

READ  Meme satirici in Italia dopo la vittoria del Real Madrid a Napoli: la recensione più acida

Se la batteria tampone si scarica

Ci sono diversi campanelli d’allarme più o meno gravi che ci danno indicazione del fatto che è arrivata l’ora di sostituire la batteria tampone del nostro computer. Ecco i principali:

  • La data e l’ora mostrate dal computer sono sballate (con conseguentimalfunzionamenti interni del software e impossibilità di accedere ad alcuni siti web e servizi online che usano queste informazioni come misure di sicurezza);
  • Le password e le impostazioni del BIOS vengono reimpostate;
  • Alcuni driver potrebbero mancare o non funzionare correttamente;
  • All’avvio, il computer mostra una schermata di errore.

È giusto far notare che, in realtà, un computer è in grado di funzionare anche senza la batteria tampone. Infatti, questa non fornisce alimentazione all’intero computer ma solamente al CMOS quando il computer è spento.

Tuttavia, senza questa batteria, ti verrà richiesto di reimpostare l’orologio ogni volta che accendi al computer e il BIOS potrebbe tornare alle impostazioni di fabbrica originali ogni volta che si spegne il dispositivo. Anche lo schermo darebbe problemi con schermate blu o nere. Insomma, il computer funzionerebbe ma sarebbe davvero faticoso usarlo.

Come sostituirla

Per continuare a usare il nostro computer come siamo abituati è importante sapere come sostituire la batteria tampone. Per fortuna, farlo è davvero semplice!

Prima di tutto è necessario staccare il computer da qualunque caricabatterie o dalla rete e spegnerlo completamente. Poi, una volta aperto, bisogna individuare la scheda madre: la batteria tampone è sempre installata lì.

Raramente la batteria tampone è fissata con dei fermi che devono essere svitati con un piccolo cacciavite; nella maggior parte dei casi basta eseguire un po’ di pressione per estrarla dalla sua postazione. Prima di farlo, però, assicurati di aver preso nota di come era posizionata (solitamente, il polo positivo della batteria tampone è rivolto verso l’alto).

READ  Conte ha indagato sulla gestione dell'epidemia in Italia

Terminata la sostituzione, basta rimettere tutto a proprio posto e accendere il computer: se non vengono mostrati errori e l’ora e la data sono corrette, la sostituzione della batteria tampone è andata a buon fine.