Marzo 5, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“È stata una fonte di gioia”.

“È stata una fonte di gioia”.

“È con grande tristezza che annunciamo la scomparsa di questa meravigliosa anima. Orla Baxendaleballerino, compagno e amico che ci ha lasciato prematuramente all'età di 25 anni l'11 gennaio 2024. Inizia così la straziante lettera di addio inviata dall'Accademia di danza a lui dedicata Momex Per la sua giovane promessa.

Quella fatale tragedia è avvenuta l'11 gennaio scorso quando la britannica ha approfittato di una pausa durante l'allenamento per acquistare dei cupcakes fiorentini alla vaniglia in una filiale del supermercato Stew Leonard's di New Milford, nel Connecticut.

Vive da 6 anni negli Stati Uniti (a New York) per realizzare il suo sogno di diventare una ballerina internazionale. In quel preciso momento si stava preparando a fare il grande salto nella commedia “Alice nel Paese delle Meraviglie”.

Irla non sapeva che la sua semplice decisione di mangiare un piatto fiorentino le sarebbe costata la vita. Dopo che la ragazza li ha mangiati A. ha sofferto Shock anafilattico mortale. L'attacco è stato così forte che nemmeno l'iniettore di epinefrina l'ha salvata.

Morte di merda

Orla era allergica alle arachidiEcco perché stava molto attenta a tutto ciò che mangiava. Portava con sé un iniettore di epinefrina ovunque e di solito si circondava di persone che sapevano come usarlo in caso di emergenza.

La foto di Orla che i MOMIX hanno usato per salutarci. Foto: Facebook

Marijo AdeyemiL'avvocato dei Baxendales ha detto che Orla è morta perché la torta che ha mangiato conteneva noccioline e non lo ha detto sull'etichetta.

“Dalle indagini preliminari è emerso che la morte di Orla è avvenuta a causa di grave negligenza e comportamento sconsiderato da parte del produttore e dei venditori che non hanno identificato correttamente il contenuto del biscotto sulla confezione. Questa mancanza di un'adeguata divulgazione ha portato a questo risultato devastante, ma avrebbe potuto essere Evitalo.

Per tutta risposta, la catena di supermercati che vende i biscotti ha voluto liberarsi del problema incolpando la United Cookies, produttrice della vaniglia fiorentina.

Orla era molto amata dai suoi amici e compagni di ballo. Foto: Facebook

Stew Leonard sostiene che la Cookies United abbia cambiato la ricetta dalla soia alle arachidi e che il direttore della sicurezza dell'azienda non sia mai stato contattato.

Cookies United ha risposto incolpando ancora una volta Leonard di Stew. Un rappresentante dell'azienda ha affermato di aver informato la catena nel luglio dello scorso anno del cambiamento perché i prodotti erano etichettati lì.

Dopo la morte di Orla i fiorentini furono tolti dagli scaffali di tutti i negozi della zona.

Una studentessa impeccabile: come la ricordano i suoi cari

Baxendale ha avuto una passione per la danza fin da quando era piccola. Aveva un talento incredibile. Originaria di Manchester, Inghilterra, inizia i suoi studi di danza irlandese presso la Phoenix Academy of Irish Dance per poi passare a diverse accademie fino a finire a New York.

Ha studiato alla Northern Ballet Academy di Leeds e poi alla Elmhurst Ballet School di Birmingham, entrambe in Inghilterra.

Era il 2018 quando si trasferì negli Stati Uniti per iscriversi alla Ailey School come studentessa con borsa di studio. Lì ha lavorato con molti coreografi famosi e si è esibita alla settimana della moda. Ha preso parte anche ad uno spettacolo di danza e teatro presentato al Lincoln Center di New York.

Nella lettera d'addio di MOMIX, l'azienda lo descrive come “L'incarnazione dell'entusiasmo, della forza e della bellezza. Era conosciuta per la sua strana personalità e il suo sconfinato amore per coloro che la circondavano Una fonte di gioia e ispirazione per tutti“.

sua sorella, Lei ha dormitoHa pubblicato un post su Facebook a nome di tutta la sua famiglia dicendo che lei e la sua famiglia “Distrutto“Per perdita.

Baxendales cercherà ora di sensibilizzare l'opinione pubblica sulle allergie. “È incomprensibile che le allergie continueranno a mietere vittime nel 2024. Per favore, leggete informazioni sull'anafilassi perché un giorno potrete contribuire a salvare la vita di qualcuno. Anaphylaxis UK”, ha scritto Niamh.

Orla e le sue sorelle. Foto: Facebook

La sorella di Orla l'ha esortata a fare una donazione a Allergy UK, un'organizzazione che lavora per aumentare il profilo delle allergie e cerca di mettere una migliore etichettatura sui prodotti.