Maggio 23, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Hanno trovato quello che potrebbe essere un potente laser spaziale da un angolo lontano dello spazio profondo | Notizie dal Messico

Gli scienziati hanno rilevato una potente luce laser a lunghezza d’onda radio proveniente dal punto più lontano nello spazio profondo che è stato rilevato finora.

È un tipo di oggetto cosmico senza massa chiamato megamaser e la sua luce ha viaggiato per 5 miliardi di anni luce per raggiungere la Terra. Gli astronomi che lo trovarono usando il radiotelescopio MeerKAT in Sud Africa lo chiamarono “Nkalakatha”, una parola di Isizulu che significa “grande leader”.

“È piuttosto impressionante che in una sola notte di osservazioni, abbiamo effettivamente trovato un megamaser da record”, ha affermato l’astronomo Marcin Glowacki dell’International Center for Radio Astronomy Research in Australia.

Potrebbe interessarti: Il vero effetto di esporsi allo spazio senza abito

Quando i dati della prima notte dello studio sono venuti alla luce, Glowacki e il suo team hanno scoperto indizi di un tipo molto specifico di megamaser massiccio, luminoso a lunghezze d’onda amplificate da molecole di idrossile catalizzate, afferma RT.

Gli esperti affermano che i megamaser idrossilici sono emessi da galassie che stanno entrando in collisione con un’altra galassia e, di conseguenza, sono piene di formazione stellare. La fonte del megamaser trovato da Glowki e colleghi è una galassia chiamata “WISEA J033046.26-275518.3”, ora conosciuta come “Nkalakatha”, che dista circa 58 quadrilioni di chilometri.

“Quando due galassie come la Via Lattea e Andromeda si scontrano, i raggi di luce vengono emessi dalla collisione e possono essere visti da distanze cosmiche”, ha affermato l’astrofisico Jeremy Darling, esperto di questi fenomeni e coautore dello studio. “I composti idrossilici giganti agiscono come luci lampeggianti che dicono ‘Questa è una galassia in collisione che forma nuove stelle e alimenta enormi buchi neri'”, ha aggiunto.

READ  Il riciclaggio consente di risparmiare acqua, petrolio, energia, emissioni e spazio

Il team prevede di effettuare osservazioni di follow-up di questa potente luce laser e pensano che ne troveranno altre simili man mano che lo studio continua.

“È possibile che Meerkat raddoppierà il numero noto di questi rari fenomeni”, ha detto Darling. “Una volta si pensava che le galassie si fondassero frequentemente e le galassie idrossile appena scoperte ci consentiranno di testare questa ipotesi”.

In questa nota