Maggio 22, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La Russia conferma il congelamento di 270mila milioni di euro in oro e valute internazionali a causa delle sanzioni

Madrid, 13 marzo (Europa Stampa) –

Il ministro delle finanze russo Anton Siluanov ha confermato che 270 miliardi di euro in oro e valute internazionali sono già congelati a causa delle sanzioni imposte da Stati Uniti, Unione Europea e loro alleati in risposta all’invasione dell’Ucraina.

Siluanov ha affermato in un’intervista con il canale Russia 1 che questo importo costituisce circa “la metà delle riserve auree russe”.

Il ministro ha anche denunciato che “l’Occidente sta facendo pressioni sulla Cina per limitare l’accesso della Russia alle riserve di yuan, come gli Stati Uniti e l’Europa”.

Tuttavia, il ministro ha sottolineato che “la Russia non abbandona i suoi obblighi sul debito pubblico” e “pagherà i paesi ostili in rubli fino a quando non sbloccherà le sue riserve di oro e valute estere”.

Il ministro ha ammesso che il governo russo è ora aperto alla possibilità di collegare le pensioni a prezzi al consumo più elevati, ma non c’è ancora una decisione al riguardo.

Prima di garantire che la Russia disponga di “fondi sufficienti per garantire la produzione dei beni e dei pagamenti necessari”, ha sottolineato, “monitoreremo da vicino la situazione con i prezzi e non permetteremo che i pensionati si offendano nelle condizioni attuali”.

READ  Il comitato del 6 gennaio convoca 5 legislatori repubblicani