giovedì, Giugno 13, 2024

Top 5 This Week

Related Posts

Le borse asiatiche scendono a causa dei timori per la Cina e la Fed

Bloomberg – Le borse asiatiche hanno registrato il loro sesto calo giornaliero venerdì tra le preoccupazioni per la Cina e l’aumento dei tassi di interesse.

Un indicatore delle azioni regionali ha aperto al ribasso, trascinato al ribasso dalle azioni in Giappone e Australia. Anche i futures sulle azioni di Hong Kong sono scesi, rispecchiando lo scivolone di giovedì a Wall Street.

La Cina ha continuato ad essere al centro dell’attenzione. Gli sviluppatori immobiliari nel paese hanno avvertito di perdite diffuse, sollevando timori che la crisi immobiliare si propaghi dal settore privato alle società sostenute dal governo.

I commercianti si sono anche preparati per un forte sostegno da parte della People’s Bank of China per uno yuan più debole, Dopo aver appreso che le autorità cinesi avevano chiesto alle banche del Paese di intensificare il loro sostegno alla valuta.

Lo yuan non è cambiato molto nei primi scambi asiatici. Da parte sua, il Bloomberg Dollar Index è rimasto piatto, dopo essere leggermente sceso giovedì. Lo yen è salito leggermente dopo il rallentamento dell’inflazione al consumo in Giappone, che ha sostenuto la politica di stimolo della Banca del Giappone.

I rendimenti dei Treasury sono rimasti stabili dopo essere aumentati di nuovo giovedì e si attestano a pochi punti base dai massimi del 2022.

Il rovescio della medaglia di questa settimana segue la pubblicazione dei verbali dell’ultima riunione della Federal Reserve di mercoledì, che suggeriscono che i funzionari stiano prendendo in considerazione una politica più aggressiva, infrangendo le speranze che la banca centrale abbia smesso di aumentare i tassi di interesse.

I rendimenti dei titoli di Stato globali hanno toccato il massimo degli ultimi 15 anni sulla base di dati economici forti, anche se i rendimenti record australiani sono scesi venerdì.

READ  Prezzo dell'elettricità in Spagna per oggi, 11 giugno

I futures statunitensi sono rimasti per lo più piatti dopo che il Nasdaq 100 ha registrato il peggior calo di tre giorni da febbraio. L’S&P 500 è sceso dello 0,8%, anche il suo terzo calo giornaliero.

Il calo delle azioni arriva mentre gli investitori devono decidere se scaricare venerdì più di 2,2 trilioni di dollari in azioni a lungo termine e contratti di opzioni indicizzate. Ciò ha portato a un avvertimento da parte di Goldman Sachs Group Inc. Questa attività sta alimentando la recente flessione del mercato.

Tom Garretson, chief portfolio strategist di RBC Wealth Management, ha affermato che il calo delle azioni finora è stato più moderato rispetto a periodi simili che hanno visto il rally dei prezzi reali.

“I titoli tecnologici, e certamente i titoli in generale, stanno risentendo del pizzico di rendimenti reali in aumento, ma finora non nella misura in cui abbiamo visto durante i precedenti periodi di aumento dei rendimenti”, ha detto Garretson in un’intervista. “Negli ultimi tre periodi degli ultimi tre anni che hanno visto picchi simili nei rendimenti reali, abbiamo assistito a rimbalzi della tecnologia dal 7% al 15% circa.”

I dati prima dell’apertura del mercato statunitense hanno mostrato che il mercato del lavoro rimane sano, Il che non ha aiutato a cambiare l’idea che la Fed possa inasprire la politica monetaria.

“I dati di questa settimana non ti hanno dato alcun motivo per abbassare la guardia”, ha dichiarato Mike Lowengart dell’ufficio per gli investimenti globali di Morgan Stanley. “Con la costruzione di alloggi, le vendite al dettaglio e le richieste di disoccupazione che rafforzano il quadro di un’economia forte, non si può escludere un altro aumento dei tassi, anche se la Fed resterà in piedi il mese prossimo”.

READ  Un miliardario dell'acciaio cerca di partecipare al commercio dell'acciaio con ogni mezzo...

Una misura della paura a Wall Street, il Cboe’s Volatility Index, o VIX, ha chiuso a 17,89, il livello più alto da maggio. Il VIX non ha superato i 30 punti – un livello considerato un segno di maggiore volatilità – da quando una serie di fallimenti bancari ha scosso il mercato a marzo.

Gli investitori seguiranno l’incontro dei responsabili politici della prossima settimana a Jackson Hole, nel Wyoming, per valutare il sentiment della Fed.

Bitcoin è stato appesantito dal clima di avversione al rischio e venerdì ha esteso il suo slittamento settimanale. Il petrolio stava per registrare il suo primo calo settimanale, ponendo fine a una serie di sette guadagni, mentre gli operatori valutavano i segnali di scarsità dell’offerta contro le preoccupazioni per l’economia cinese e la politica monetaria statunitense.

Alcuni dei principali movimenti dei mercati:

procedure

I futures S&P 500 sono stati leggermente modificati alle 9:19 ora di Tokyo. L’S&P 500 è sceso dello 0,8%.

I future sul Nasdaq 100 sono scesi dello 0,1%. Il Nasdaq 100 è sceso dell’1,1%.

I future sull’indice Hang Seng sono scesi dello 0,6%.

Il Topix giapponese è sceso dello 0,7%.

Lo S&P/ASX 200 australiano è sceso dello 0,2%.

I future sull’Euro Stoxx 50 sono scesi dell’1,3%.

Tasso di cambio

Il Bloomberg Spot Dollar Index non è cambiato molto

L’euro veniva scambiato a 1,0875.

Lo yen giapponese era scambiato a 145,77 contro il dollaro.

Lo yuan è salito dello 0,1% a 7,2962 per dollaro.

Valute digitali

Bitcoin è sceso del 3,2% a 26.751,05.

Ether è sceso dell’1,3% a 1.694,94$.

obbligazioni

Il rendimento del Treasury a 10 anni si è attestato al 4,27%.

Il rendimento del titolo giapponese a 10 anni è rimasto pressoché invariato, allo 0,645%.

READ  Le più grandi entità finanziarie non riescono a raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni

Il rendimento del decennale australiano è sceso di 2 punti base, al 4,30%.

materie prime

Il greggio West Texas Intermediate è sceso dello 0,5% a 79,98 dollari al barile.

L’oro spot è salito dello 0,1% a 1.891,65 dollari l’oncia.

Questo articolo è stato prodotto in collaborazione con Bloomberg Automation.

– In collaborazione con Isabelle Lee e Vildana Hajrick.

Leggi di più su Bloomberg.com

Desideria Zullo
Desideria Zullo
"Educatore generale della birra. Pioniere del caffè per tutta la vita. Sostenitore certificato di Twitter. Fanatico di Internet. Professionista dei viaggi."

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Popular Articles