Agosto 10, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Libano – Le dimissioni del Ministro dell’Informazione libanese: l’interesse del Paese al primo posto

Madrid, 3 (Stampa Europa)

Il ministro dell’Informazione libanese George Kordahi si è dimesso venerdì nel mezzo di una situazione di stallo diplomatico con gli stati del Golfo dopo aver fatto una serie di commenti contro la guerra in Yemen.

Dopo aver presentato le sue dimissioni, il ministro ha chiarito che “l’interesse della nazione viene prima di tutto”, così come quello di “tutti i libanesi”. “Tutto questo è al di sopra dei miei interessi personali”, ha detto durante una conferenza stampa in cui ha spiegato le ragioni della sua decisione.

Le sue dimissioni sono arrivate dopo che gli è stato chiesto dalle autorità francesi e ora il presidente francese Emmanuel Macron è in tournée nella regione. Le dimissioni di Qardahi sono arrivate prima che il capo di stato francese incontrasse il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman.

Secondo L’Orient Le Jour, Kordahi ha firmato due copie della sua lettera di dimissioni, che sono state inviate al primo ministro Neb Mikati. E ha suscitato polemiche per le parole di Kardahi sullo Yemen, dicendo che la guerra saudita “non ha significato e deve finire”. Va ricordato che Qardahi non era ancora ministro quando fece questi commenti.

Da allora, l’Arabia Saudita ha espulso l’inviato libanese nel Paese e ha chiesto il ritorno del suo ambasciatore in Libano. Anche gli Emirati Arabi Uniti, il Kuwait e il Bahrain hanno criticato le sue parole.

Il ministro ha ora chiarito che spera che le sue dimissioni “aprano la porta alla risoluzione della controversia tra Libano e Arabia Saudita”.