Marzo 4, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Lo sciopero automobilistico costa a Ford 1,7 miliardi di dollari in mancate entrate

Lo sciopero automobilistico costa a Ford 1,7 miliardi di dollari in mancate entrate

La casa automobilistica ha dichiarato giovedì che uno sciopero di sei settimane da parte dei lavoratori affiliati alla UAW ha causato un calo delle vendite Ford di circa 100.000 veicoli ed è costato alla società 1,7 miliardi di dollari in mancati profitti.

I costi aggiuntivi del lavoro derivanti dall’attuale contratto di lavoro nei prossimi quattro anni e otto mesi ammonteranno a 8,8 miliardi di dollari fino alla fine del decennio, l’equivalente di 900 dollari per veicolo entro il 2028, ha affermato in una nota John Lawler, direttore finanziario dell’azienda. Lawler ha affermato che Ford cercherà di compensare i costi aumentando la produttività e tagliando le spese.

La casa automobilistica con sede a Dearborn, nel Michigan, ha ripubblicato la guidance sugli utili per l’intero anno pubblicata durante lo sciopero, ma con aspettative inferiori. La società prevede di guadagnare tra i 10 e i 10,5 miliardi di dollari prima delle tasse nel 2023. La previsione di metà anno era tra gli 11 e i 12 miliardi di dollari.

Ford ha affermato che lo sciopero ha portato alla perdita di produzione di camion e SUV altamente redditizi. I lavoratori hanno paralizzato lo stabilimento più grande e redditizio dell’azienda, quello di Louisville, nel Kentucky, che produce SUV e autocarri pesanti.

La società ha generato un utile netto di 4,9 miliardi di dollari e un utile operativo di 9,4 miliardi di dollari nei primi nove mesi dell’anno.

Lawler ha fatto l’annuncio prima del suo discorso alla Barclays Global Automotive Industry Conference di New York.

Lo sciopero è iniziato il 15 settembre negli stabilimenti di assemblaggio e in altre strutture della Ford, della General Motors e della Stellantis, il produttore della Jeep. Si è conclusa alla Ford il 25 ottobre.

READ  Adattare le postazioni telefoniche all'innovazione richiesta dal settore

Lawler ha affermato che la società mantiene la propria strategia di allocazione disciplinata del capitale per ottenere una forte crescita e redditività.

Le azioni Ford sono aumentate dell’1,1% a 10,71 dollari prima dell’inizio delle negoziazioni di giovedì. Sono in calo di oltre il 20% nel corso dell’anno.

Ford prevede di pubblicare i risultati del quarto trimestre e dell’intero anno il 6 febbraio.