Febbraio 25, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Notizie che hanno fatto notizia in Messico nel 2023 – Telemundo San Antonio (60)

Notizie che hanno fatto notizia in Messico nel 2023 – Telemundo San Antonio (60)

CITTÀ DEL MESSICO – Il Messico ha vissuto un 2023 segnato da una corsa presidenziale in vista delle elezioni del giugno 2024, da tensioni e accordi con il governo americano su questioni come il fentanil e i flussi migratori.

Ma è stato anche testimone del successo internazionale dell'artista Biso Pluma e del passaggio del devastante uragano Otis nella città di Acapulco, sulla costa del Pacifico.

Queste le dieci notizie che hanno caratterizzato il Paese nel corso del 2023

1. Il Messico avrà un presidente

Nel 2023, Claudia Sheinbaum, ex capo del governo della capitale messicana, è stata eletta precandidata del partito al governo per le elezioni del 2 giugno 2024. È stata sempre menzionata come una delle preferite del presidente Andrés Manuel López Obrador. Competerà con Xóchitl Gálvez, il candidato del Fronte Ampio del Messico, all'opposizione.

Anche se devono ancora essere identificati altri candidati, essi sono in testa nei sondaggi d'opinione, quindi è probabile che il paese abbia il suo primo presidente donna, il che è molto importante, secondo attivisti e accademici durante tutto l'anno, se si considerano le radici della mascolinità in Messico .

2. Successo internazionale dei pesi piuma

Il cantante di Jalisco Hassan Emilio Cabande, meglio conosciuto come Piso Pluma, ha mantenuto il primo posto nelle classifiche mondiali per buona parte dell'anno con il brano “She Dances Alone”, eseguito con Eslapon Armado, piazzandolo nella classifica “30 Under 30” della rivista Forbes. ” elenco.

L'artista si è esibito al Coachella Festival in California, uno dei festival più importanti al mondo.

Con il suo successo, la musica messicana, in particolare i corridos tumbados, genere che ha guidato insieme ad altri come Natanael Cano o Junior H, ha conquistato il mondo in lungo e in largo.

READ  Otto arrestati per la morte di immigrati in un incendio in Messico

3. Aumentare il salario minimo

Il 1° dicembre López Obrador ha annunciato che nel 2024 il salario minimo messicano aumenterà del 20%. Ciò porta il salario da 207,44 pesos al giorno (11,92 dollari) a 248,93 pesos (14,31 dollari), grazie al consenso del governo, dei datori di lavoro e dei sindacati.

Nel 2023, le autorità hanno concordato di aumentare il salario minimo del 20%, a beneficio di 6,4 milioni di lavoratori.

4. Aumento del flusso migratorio

Nel corso dell’anno, la crisi migratoria ha raggiunto un livello record e il numero di persone provenienti dai paesi dell’America centrale, dal Venezuela, da Cuba e da Haiti che arrivano in Messico cercando di entrare negli Stati Uniti ammonta a milioni.

La US Customs and Border Protection ha osservato che durante l’anno fiscale 2023, i suoi agenti avevano 2,47 milioni di migranti al confine con il Messico.

5. Uragano Otis

Nelle prime ore del 25 ottobre, l'uragano Otis, che è passato da 1 a 5 di intensità in meno di 10 ore, si è abbattuto ad Acapulco, nello stato meridionale di Guerrero, dove ha battuto il record di intensificazione degli uragani nella storia. Messico e uccise più di 50 persone.

La devastazione è stata tale che commercianti e uomini d'affari hanno appena cominciato a riprendere le loro attività, e Acapulkinios sottolinea che l'assistenza da parte delle autorità municipali statali e federali non è sufficiente.

6. Lo stato di caos ad Ayotzinapa

Il caso simbolico dei 43 studenti di Ayotzinapa scomparsi nel 2014 nello stato meridionale di Guerrero deve ancora essere risolto.

Sebbene López Obrador avesse promesso all'inizio del suo mandato che quando avesse lasciato la presidenza la questione sarebbe stata risolta, il 2023 è stato un anno di malcontento per i genitori degli studenti, soprattutto a causa del rifiuto da parte dell'Esercito messicano della richiesta del gruppo multidisciplinare. Gli esperti indipendenti (GIEI) della Commissione interamericana dei diritti umani (IACHR), che hanno dovuto lasciare il Messico a causa dell'impossibilità di portare avanti ulteriormente il caso.

READ  Sotto le grida di genocidio, Bolsonaro ottiene una medaglia in Brasile

7. Apertura del Treno Maya

Il 15 dicembre López Obrador ha dato il via al suo progetto di punta, il Treno Maya, inaugurando la prima tappa, 473 chilometri tra Campeche e Cancun, di questa “magnifica opera” alla stazione di San Francisco Campeche.

Il presidente ha ignorato le critiche degli ambientalisti, definendole “politiche”.

8. Fentanil

Il governo del Messico e degli Stati Uniti hanno collaborato nel 2023 per combattere il consumo di fentanil, un farmaco che ha causato più di 70.000 morti per overdose nel 2023.

Secondo le ultime indagini di Washington, il fentanil viene prodotto in Messico con precursori spediti dalla Cina, cosa che entrambi negano, e poi spediti negli Stati Uniti.

9. Incendio alla stazione di immigrazione a Ciudad Juarez

Il 27 marzo, 40 migranti sono morti e altri 27 sono rimasti feriti in un incendio scoppiato nel centro per immigrati di Ciudad Juarez, nello stato settentrionale di Chihuahua.

Di conseguenza, il commissario dell’Istituto Nazionale della Migrazione (INM), Francisco Garduño, è stato collegato a questa operazione. Il 13 agosto, il governo ha avviato la procedura di risarcimento delle famiglie delle vittime dell’incendio per un totale di 140 milioni di pesos (8,2 milioni di dollari).

10. Cattura di Ovidio Guzmán

Il 5 gennaio 2023, Ovidio Guzmán, uno dei figli di Joaquin “El Chapo” Guzmán, molto ricercato dagli Stati Uniti, è stato arrestato a Culiacan, nello stato settentrionale di Sinaloa, un arresto che ha portato a vari assedi, attacchi con armi da fuoco e arresti. Auto in fiamme nella suddetta città.