domenica, Giugno 23, 2024

Top 5 This Week

Related Posts

Poiché il divario di cambio è stato contenuto, il volume degli scambi ufficiali in dollari è sceso al minimo

Archivio Fotografico – Una banconota da 1.000 pesos argentini in cima a diverse banconote da un dollaro americano a scopo illustrativo. Reuters/Agustín Markarian/

In un contesto instabile Scambio di pax Nel periodo che precede il voto del 19 novembre, sul mercato ufficiale del dollaro si è registrato oggi un fatto eclatante: i volumi degli scambi hanno registrato un forte calo rispetto ai volumi della scorsa settimana, scendendo oggi del 30% rispetto a ieri quando ne sono stati negoziati solo circa 182 milioni. dollaro. Questo numero è al livello del 14 settembre, che è un giorno festivo negli Stati Uniti. A rigor di termini, secondo gli operatori di mercato, il calo dei volumi è stato osservato dall’inizio della settimana.

Sebbene la ragione principale di questo calo sia legata alle severe restrizioni del governo sulle importazioni e alla possibilità di ottenere valute estere al tasso ufficiale, ci sono anche altri fattori che influenzano il mercato. Da un lato, nonostante l’interesse che il 30% delle sue vendite può entrare attraverso il mercato finanziario del dollaro, il settore agricolo non ha aumentato il suo livello di localizzazione quotidiana mentre il basso dinamismo economico ha cominciato a giocare un ruolo decisivo. L’accesso delle banche che operano in valuta estera è fortemente limitato a causa delle ultime regolamentazioni dopo la prima tornata elettorale.

In questo senso, la vicinanza del secondo ed ultimo round incide anche sullo scarso flusso di valuta estera e sul maggiore controllo da parte della banca centrale. “Tutto sembra indicare che oggi non c’erano molte licenze per accedere al mercato per acquistare valuta estera per pagare le importazioni”, ha detto l’operatore di cambio. Gustavo QuintanaHa inoltre sottolineato che “le banche sono molto limitate dalle recenti regolamentazioni che impediscono loro di aumentare le loro posizioni, e il peso del calo dell’attività è notevole, oltre al fatto che gli esportatori di cereali e semi oleosi non stanno aumentando significativamente le loro liquidazioni operazioni.”

READ  Le energie rinnovabili stanno aiutando l'UE a ridurre del 7% il consumo di gas russo entro il 2022

Secondo la sua analisi, ciò che sta accadendo in questi giorni sul mercato dei cambi ufficiale è dovuto a “una combinazione che alla fine si traduce in un basso livello di attività sul mercato”. Ciò è stato evidente fin dall’inizio della settimana, poiché le operazioni medie giornaliere sono diminuite rispetto al mese precedente.

Per altri motivi, più legati alla politica e alle aspettative riguardo a possibili misure post-elettorali, il calo dell’attività si riflette anche nel settore del mercato azionario e nel regolamento in contanti (CCL) in dollari. In quel mercato, la banca centrale è stata in grado di ridurre significativamente il suo livello di intervento con perdite di riserve, iniziando con un volume giornaliero di 80-90 milioni di dollari nel periodo precedente al 22 ottobre, quando si sono svolte le elezioni generali. da allora ad una media di soli 10 milioni di dollari. Lo evidenzia nel suo rapporto settimanale la società di consulenza Anker. “La perdita di riserve dovuta al fattore ‘altro’ nella serie di documenti BCRA, adeguata alle differenze di prezzo tra oro e yuan, è stata ridotta da una media di 90 milioni di dollari al giorno tra il 1° e il 20 ottobre a poco più di 10 milioni di dollari.” ”, annotava quotidianamente dal 23 ottobre.

Secondo la loro analisi, “l’iniziale calo della domanda di copertura si spiega con il maggiore margine di manovra del governo per gestire la transizione e con l’incentivo alla moderazione da parte di entrambi i candidati nella loro ricerca di voti centristi”. Gli autori del rapporto hanno spiegato che la circolazione del dollaro privato esportato (70% ufficiale, 30% fiscale) ha contribuito a generare una maggiore offerta di dollari sul mercato finanziario, cosa che ha limitato le fluttuazioni dei prezzi. In questo senso, secondo il consulente, la BCRA raggiunge l’obiettivo di “mantenere il divario di cambio sotto anestesia” e allo stesso tempo accumula riserve nel MULC, sebbene questi acquisti non si riflettano successivamente nel bilancio della Banca Centrale.

Tuttavia, in linea con altri analisti di mercato, la società di consulenza ha anche evidenziato un rafforzamento dei controlli sulle importazioni a partire dalla scorsa settimana.

READ  Tour della settimana: Fever, Twinco Capital, Pascal...
Desideria Zullo
Desideria Zullo
"Educatore generale della birra. Pioniere del caffè per tutta la vita. Sostenitore certificato di Twitter. Fanatico di Internet. Professionista dei viaggi."

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Popular Articles