Aprile 22, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Ragioni della stagnazione del PIL nell’Eurozona nel 2023 |  internazionale

Ragioni della stagnazione del PIL nell’Eurozona nel 2023 | internazionale

Secondo Eurostat, nel quarto trimestre del 2023 la crescita dell’economia dell’Eurozona è rimasta stagnante allo 0,0%. Tuttavia, dentro Il tasso di crescita dell'UE è aumentato dello 0,1% rispetto al trimestre immediatamente precedente.

(Vedi: il PIL nel 2023 non sarà così alto come si aspettano gli analisti: questi sono i segnali.)

Per quanto riguarda i dati annuali, Eurostat ha riferito che il PIL destagionalizzato nell’area euro è aumentato dello 0,1%, rispetto allo stesso trimestre del 2022, mentre in L'indice dell'Unione Europea è cresciuto dello 0,3%, dopo lo 0,0% registrato in entrambe le regioni nei tre mesi precedenti.

Sebbene i dati presentati mostrino segnali di rallentamento nel ritmo di crescita, il dato preliminare di crescita annua per il 2023 è stato stimato allo 0,5% per entrambe le regioni, mentre il PIL dell’area euro è aumentato solo del 3,4% nel 2022.

Secondo i dati, i paesi che hanno ottenuto la crescita più elevata in termini annuali sono la Slovenia, con un aumento del 2,6%, seguita da Cipro, con un aumento del 2,3%. Inoltre, anche il Portogallo è in crescita con il 2,2% e la Spagna che è cresciuta del 2%.

Tuttavia, i paesi che registrano un trend al ribasso sono l’Irlanda, che ha registrato un rallentamento del 4,8% nell’ultimo trimestre del 2023, così come l’Estonia, che è scesa del 3%. Seguono Austria e Finlandia, che perdono l'1,3% ciascuna.

(Vedi: Il PIL nel 2023 finirà con sfide che vanno oltre il rallentamento.)

occupazione

iStock

Secondo i dati forniti da Eurostat, sia nell’Eurozona che nell’Unione Europea, il numero dei dipendenti è aumentato dello 0,3% nel quarto trimestre del 2023.

READ  Nuove foto esterne Renault Austral

In confronto, nei tre mesi precedenti questa cifra è aumentata dello 0,2% in entrambe le regioni.
Su base annua, invece, l'occupazione nell'Eurozona è aumentata dell'1,3%, mentre nell'Unione Europea nello stesso periodo l'occupazione è aumentata dell'1,2%.

Vale la pena notare che nel corso del terzo trimestre del 2023, La cifra annuale per l’Eurozona e l’Unione Europea era la stessa dell’ultima stima dell’Ufficio Europeo.

Inoltre, secondo la prima stima dei dati annuali per il 2023, l’occupazione è cresciuta dell’1,4% nell’Eurozona e dell’1,3% nell’Unione Europea.

(Vedi: Prospettive economiche: dove andranno il PIL, l’inflazione e il dollaro nel 2024.)

Diana K. Rodríguez T.
Portfolio del giornalista