Settembre 30, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“Se veniamo ingannati, l’economia procedurale è importante e entrare in un gruppo”

Da allora, il 3 gennaio 2009, il primo Criptovaluta Da Satoshi Nakamoto, o da un gruppo di persone che si chiamavano con questo nome (viene presentato il puzzle), le frodi si sono moltiplicate, rovinando la vita di molte persone. È nato alle 18:15, nell’ambito di un blocco da 50 BTC chiamato Genesis, grazie alla tecnologia blockchain. Era chiamato Bitcoin Doveva non essere soggetto alle normative nazionali, essere in grado di diffondersi in tutto il mondo, essere in qualsiasi computer connesso e chiunque potesse essere coinvolto nella sua produzione o estrazione.

Questo è sempre stato il fulcro delle criptovalute, aggirando i sistemi bancari tradizionali; Che ognuno abbia i suoi soldi e li gestisca come meglio crede. Ma quell’intento iniziale ha lasciato spazio a individui o piattaforme arbitrali che mirano a frodare. La maggior parte di loro usa uno schema Ponzi o una piramide. Convincono con grandissimo interesse, e lo depositano a chi glielo chiede, oltre al capitale iniziale, affinché acquisiscano fiducia, e da lì guadagnano seguaci che non solo mettono tutto o gran parte dei loro risparmi, ma anche fare così. Stupisci i loro parenti e amici più stretti.

come dici Emilia Zappalos in questa intervista a El FocoUn avvocato specializzato in truffe di criptovalute Presidente dell’Associazione delle persone affette da criptovaluta: «Il reato di frode si basa sull’acquisizione della credibilità del popolo» Alla Corte nazionale ci sono quattro casi di frode con vendita di criptovaluta: Arbistar con 32.000 vittime e frode oltre 100 milioni di euro, e Kualian con oltre 100 milioni di euro . 50.000 colpiti, danni economici quasi 500 milioni di euro, Javier Biosca su 300 piccoli investitori per un totale di 250 milioni di euro, Nimbus con 4.000 colpiti in Spagna e una somma fino a 135 milioni di euro.

READ  Iberdrola svilupperà 16 progetti rinnovabili nel Regno Unito dopo la "redditività garantita" | Economia

Il problema non è con la criptovaluta in sé, ma con la truffa, motivo per cui è importante investire in criptovalute per condurre arbitraggi o fare trading da soli. Evita le società di arbitraggio in cui depositi denaro e perdi il controllo. È necessario garantire che la piattaforma non abbia alcun effetto sul CNMV, così come sulla valuta in cui investiamo: la sua volatilità, esistente …

Una delle truffe più famose è stata quella dei codici di gioco Squid, che si basa sulla popolare serie Netflix “The Squid Game”. È successo nell’anno 2021. Il suo valore è stato rivalutato di 3000, grazie ai titoli di molti prestigiosi media in cui è stato evidenziato il continuo e sorprendente aumento del valore della moneta. Gli utenti non si sono resi conto che puoi acquistare monete, ma non puoi venderle. Questo perché i creatori di token avevano creato un meccanismo anti-vendita che consentiva loro solo di vendere. Era un’organizzazione progettata per scaricare tutti i soldi in pochi account, lasciando gli utenti senza i loro soldi.

Emilia Zappalos Ci avverte: “Se veniamo truffati, è importante entrare a far parte del gruppo dei truffatori perché l’economia procedurale si materializza”. Insiste sull’importanza di rivolgersi a un’associazione e denunciarla. Il problema non è trovare tracciabilità e denaro, ma nei cold wallet. Con loro si perde la scia del denaro e lì è quasi impossibile recuperare.