Marzo 4, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Venezuela e India riaffermano il loro impegno a rafforzare le relazioni economiche ed energetiche

Venezuela e India riaffermano il loro impegno a rafforzare le relazioni economiche ed energetiche

Il ministro degli Esteri venezuelano Ivan Gil in una foto d'archivio. EFE/Alexander Zemljanichenko/Paolo

Caracas, 19 gennaio (EFE).- Il ministro degli Esteri venezuelano, Ivan Gil, e il suo omologo indiano, Subramaniam Jaishankar, hanno affermato venerdì l'impegno dei loro paesi a rafforzare le relazioni bilaterali in materia economica ed energetica, durante un incontro in Uganda. Si terrà il diciannovesimo vertice del Movimento dei Paesi Non Allineati.

In un comunicato stampa, il Ministero degli Esteri venezuelano ha osservato che i due funzionari si sono anche impegnati a lavorare per rafforzare l’alleanza in “altri settori di reciproco interesse”.

L’India ha recentemente annunciato che acquisterà il petrolio venezuelano dopo che gli Stati Uniti, in ottobre, hanno allentato alcune delle sanzioni nei confronti del paese sudamericano, che nel 2020 era il terzo maggiore fornitore di petrolio greggio in Asia.

“Dal Venezuela, riconosciamo l’India come una delle maggiori potenze nel mondo multipolare emergente”, ha detto Gil sul social network X.

In Uganda, venerdì il ministro degli Esteri venezuelano ha incontrato anche i suoi omologhi dell'Azerbaigian Jehun Bayramov; Dal Sudan, Ali Al-Sadiq; Dalla Tunisia, Nabil Ammar gli ha espresso la disponibilità del suo governo a rafforzare le relazioni.

Gill ha parlato anche di cooperazione su basi di uguaglianza e di diplomazia per la pace e per la fine del blocco e dell'aggressione economica unilaterale.

Durante la sua visita in Uganda, Gill ha incontrato anche i suoi colleghi dell'Angola, Tite Antonio; Dalla Tanzania, gennaio Makamba; Dal Mozambico, Veronica Macamu, nonché con il viceministro degli Esteri russo, Sergei Vershinin.

Il Movimento dei Paesi Non Allineati ha aperto venerdì il 19° Vertice dei Capi di Stato e di Governo nella capitale ugandese, Kampala, una giornata caratterizzata dagli appelli all'unità del gruppo per chiedere la fine della guerra nella Striscia di Gaza.

READ  Il sindacato francese CGT invita alla disobbedienza alla legge sull'immigrazione

Il Movimento dei Non Allineati, una delle più grandi organizzazioni di nazioni del pianeta, è composto da 53 paesi in Africa, 39 paesi in Asia, 26 paesi in America Latina e Caraibi e due in Europa.