Ottobre 4, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Wall Street ha aperto in rosso e il Dow Jones è sceso dell’1,29%, in attesa dell’Ucraina

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 feb 2022 – 15:04

New York, 28 febbraio (EFE). – Wall Street ha aperto lunedì con perdite e il suo indice principale, Dow Jones Industrials, è sceso dell’1,29%, con notevoli cali nel settore finanziario dopo una serie di sanzioni occidentali contro la Russia.

Cinque minuti dopo l’apertura alla Borsa di New York, il Dow Jones è sceso di 437,96 punti a 33.520,79, mentre l’S&P 500 selettivo è sceso dell’1,03%, o 45,16 unità, a 4.339,49.

L’indice Nasdaq Composite, che include le più grandi società tecnologiche del mercato, è in calo dello 0,67%, o 91,53 interi, a 13.603,09 in questo momento.

Parquet ha svegliato New York con un’avversione al rischio, in attesa dei negoziati in corso tra le delegazioni russa e ucraina, in cui Kiev chiederà un cessate il fuoco.

La volatilità, misurata dal Vix, è aumentata del 12% questa mattina a fronte dell’ultima serie di sanzioni annunciate da Washington e da altri governi occidentali contro il sistema finanziario russo.

Gli investitori si sono riversati su asset considerati sicuri, come l’oro, che è salito a 1.916,40 dollari l’oncia, e i titoli di stato, il cui rendimento a 10 anni è sceso all’1,877%.

Da parte sua, il timore di una riduzione delle forniture di carburante derivata dal conflitto geopolitico nell’Europa orientale ha spinto il prezzo del petrolio del Texas a 95 dollari al barile.

Per settore, il settore finanziario è stato il più colpito (-1,67%), seguito dai materiali di base (-1,28%) e dalle materie prime (-1,24%). Le società energetiche sono state vicine alla linea fissa, meno 0,05%.

READ  Mercado Libre violato, 300.000 dati rubati agli utenti - Notizie Tecnologia - Tecnologia

Nel gruppo Dow Jones Industries, i cali maggiori sono stati Dow Inc (-2,30%), Goldman Sachs (-2,23%), JPMorgan Sachs (-2,14%) e Traveller (-1,98%).

Tuttavia, le azioni di società specializzate in attrezzature per la difesa, come Lockheed Martin (3,76%) e Raytheon (1,46%) sono aumentate in modo significativo.

Per quanto riguarda le valute, il dollaro si è rafforzato nei confronti dell’euro, al cambio di 1,1224. EFE

nqs / si

© EFE 2022. La ridistribuzione e la ritrasmissione di tutto o parte dei contenuti dei Servizi Efe, senza il preventivo ed espresso consenso di Agencia EFE SA, è espressamente vietata.