Aprile 25, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Eusebio Sempere, pittore elettrico, si difende a Valencia

Eusebio Sempere, pittore elettrico, si difende a Valencia

Valenza. Era il 1999 quando l'Istituto Valenciano d'Arte Moderna (IVAM) presentò per l'ultima volta una mostra personale sulle opere dell'artista originario di Alicante. Eusebio Sempieri. Il suo lavoro ha fatto parte di alcune mostre collettive nel corso degli anni, ma non ha mai più occupato una stanza con un nome e un titolo. “molto tempo”. L'artista che festeggia il suo centenario nel 2023 – sì, in concomitanza con l'anniversario Joaquin Sorolla– Vuole rivendicare oltre Alicante con un progetto che vuole dargli lo spazio che merita nel circolo artistico di Valencia. «La celebrazione non ha mai avuto lo slancio giusto né quello che avrebbe meritato, c'è chi la pensa così in occasione del centenario […] Combattere contro Sorolla è sempre molto difficile.

Queste parole sono firmate Rosa CastelliCuratore e Responsabile delle Collezioni del Museo di Arte Contemporanea di Alicante (MACA), che ha presentato la mostra Sempre a Parigi Con il Vice Direttore dell'IVAMSonia Martinez; Direttore Generale dei Beni Culturali, Pilar Tebarconsigliere culturale ad Alicante, Naima Beljilali. “Sempiri è un personaggio insondabile perché anche se lo abbiamo guardato, non penso ancora a fondo, scopriamo sempre cose. I documenti che mostriamo sono inediti. Abbiamo sempre scoperto dov'era, che progetto era coinvolto” in, ecc. E questo è, in parte, l'obiettivo di questo progetto, che vuole indagare ulteriormente la figura dell'artista “infinito” che ha ancora molto da dire.

La mostra, che si inserisce nell'ambito dell'accordo di collaborazione tra MACA e IVAM, si concentra su un momento professionale e vitale ben preciso dell'artista, durante il suo soggiorno a Parigi, periodo che si estende dal 1948 al 1960 ed è caratterizzato da produzioni di due seminali serie della sua carriera: le sue gouache parigine e le sue incisioni luminose. “Per l'IVAM è stata di particolare importanza la figura di Eusebio Sempieri, difensore della modernità e della cultura contemporanea del XX secolo”, ha affermato il Vicedirettore dell'IVAM. Questa fase di Sempere è particolarmente rilevante, perché rappresenta il momento in cui abbandona la fotografia per immergersi completamente nell'astrazione geometrica.

READ  'Non ho trascinato Instagram': Elle Fanning è stata licenziata da una storia di Hollywood per avere pochi follower sulle reti

In questi anni crea “silenziosamente” un proprio alfabeto visivo che si rivelerà un punto di svolta nella sua carriera. La mostra presenta inoltre un viaggio che parte dai primi pezzi, più semplici ed emozionali, che poco a poco acquisiscono nuovi strati di complessità e maturità. Questo sviluppo si osserva nella tempera, dove ne sono raffigurate 57 delle cento che compongono la serie completa, così come nei rilievi luminosi, un tipo di manufatto con impianti elettrici che simulano il movimento attraverso diversi piani illuminati alternativamente in cui sono ritagliate forme geometriche . Questi ultimi pezzi, ricorda Castells, gli valsero il soprannome di “pittore elettrico” da parte di alcuni critici dell'epoca.

Questo tour si concentra su un periodo di più di una missione per Semperre, anche se non è facile. In quella Parigi, che già soffriva di declino artistico, entrò in contatto con figure come Kandinsky, Braque, che visitò nel suo studio, o Julio González. Inoltre, i nomi Lulu SoldevillaLa pittrice cubana, addetta culturale presso l'ambasciata cubana a Parigi, con la quale ha avuto un rapporto affettuoso e professionale, e Abele MartinoColui che incontrò nella città universitaria e colui che lo avrebbe accompagnato fino alla fine dei suoi giorni. In questo senso completano la mostra circa 70 documenti inediti, tra materiali stampa, fotografie e lettere, attraverso i quali si forma il quadro di Semper che ha ancora molto da dire.