Aprile 23, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il corpo diplomatico a Mosca rende omaggio alle vittime dell'attentato

In particolare, alla cerimonia, che si è svolta il nono giorno dopo la tragedia, hanno partecipato rappresentanti degli Stati Uniti, dell'Unione Europea, dell'Africa e dell'America Latina, nonché numerosi membri di organizzazioni internazionali e rappresentanti del Consiglio dei giovani diplomatici, evidenziato dal Ministero degli Affari Esteri russo.

Alla cerimonia hanno partecipato più di 250 persone, in rappresentanza di circa 130 missioni diplomatiche e organizzazioni internazionali.

Il 22 marzo, un gruppo di uomini armati ha aperto il fuoco su una folla di persone riunite per un concerto rock al Crocus City Hall e ha dato fuoco al locale. Secondo gli ultimi dati ufficiali, l'attacco terroristico ha provocato 144 morti e oltre 550 feriti.

Finora in Russia sono stati arrestati 13 sospetti, compresi i quattro aggressori che hanno aperto il fuoco al municipio di Crocus; Per nove di loro è già stata emessa una misura cautelare sotto forma di carcerazione preventiva.

Inoltre, nove persone sono state arrestate in Tagikistan perché sospettate di avere legami con gli autori dell'attacco.

Il presidente russo Vladimir Putin ha ammesso che l'attacco è stato opera di estremisti islamici, ma ha ipotizzato che potrebbe trattarsi di un episodio di una serie di operazioni effettuate contro la Russia dal 2014 “per mano del regime neonazista di Kiev”.

Secondo il Servizio di sicurezza federale, dopo l'attacco i terroristi hanno tentato di fuggire verso il confine tra Russia e Ucraina. Tuttavia, l’Ucraina ha categoricamente negato il coinvolgimento nell’attacco.

L'attacco terroristico alla sala da concerto è il più sanguinoso avvenuto in Russia negli ultimi vent'anni.

rgh/gfa