Febbraio 26, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La Federcalcio catalana è esposta al furto di documenti relativi al “caso Sulli” che causò la caduta di Villar  Gli sport

La Federcalcio catalana è esposta al furto di documenti relativi al “caso Sulli” che causò la caduta di Villar Gli sport

La Federcalcio catalana (FCF) ha annunciato giovedì di aver subito, il 31 dicembre, il furto di documenti riservati legati al “caso Sulli”, il processo giudiziario che indagava sui complotti federali di corruzione che hanno portato alla caduta dell'ex presidente della federazione. Nel 2017. Federazione Spagnola (RFEF), Ángel Maria Villar, per questa posizione. L'ente catalano conferma che i ladri conoscevano “perfettamente” le strutture, “la disposizione degli uffici e chi vi lavora”. I Mossos d'Esquadra hanno aperto un'inchiesta.

L'attacco è avvenuto la notte di Capodanno ed è stato effettuato utilizzando il metodo dei pulsanti per accedere alla sede, al secondo piano dell'edificio situato in via Sicily a Barcellona. I ladri hanno fatto un buco nel muro, hanno tagliato la corrente elettrica e hanno impedito il normale funzionamento dell'allarme. Una volta entrati, hanno perquisito i mobili degli ambienti presidenziali, della pubblica amministrazione e della contabilità. Hanno anche rimosso l'Ufficio della concorrenza, che fino a poco tempo fa era l'ufficio dell'ex capo dipartimento, andato in pensione meno di un anno fa. «Tutto ciò suggerisce che sapessero chi lavorava ovunque», insistono fonti di FCF. Ora mancano la cassaforte e i documenti del “caso Soule”. L'atto criminale è passato inosservato fino al secondo giorno, quando il portiere del palazzo si è accorto del danno e ha lanciato l'allarme. I danni hanno impedito lo svolgimento delle normali attività quotidiane, anche se la causa inizialmente indicata dall’Unione era un “incidente elettrico”.

Il furto di documenti è di particolare importanza perché il direttore generale della FCF, José Miguel Calle, raccoglie da diverse settimane, su richiesta del Tribunale nazionale, informazioni sulle azioni svolte dall'ente presso la sede federale di Cornellà . Uno dei casi indagati riguardava presunti trasferimenti di fondi tra la federazione spagnola e quella catalana durante il mandato di Andreu Subez alla guida dell'organizzazione catalana (2011-2018), in coincidenza con il mandato di Villar nell'Unione Nazionale (1988-2017). . . Fonti della FCF confermano che “i ladri non hanno portato via altri oggetti di valore come computer o televisori, ma piuttosto la cassaforte e questi documenti”. In tutti i casi, l'entità conferma la disponibilità di copie di tutto il contenuto. “Tutto può essere consegnato al gip”.

READ  Premier League: Tuchel non si arrende su Lukaku: 'E' una questione di orgoglio'

Il caso Sule è un processo giudiziario olistico iniziato nel 2016 e incentrato sul presunto trattamento preferenziale concesso da Villar ai leader regionali per garantire la sua continuità in carica. L'ex presidente della federazione e suo figlio furono arrestati nel 2017. E Subez, vicepresidente economico della Federcalcio spagnola, nel 2018, accanto all'ex allenatore catalano, José Contreras Arjona, uomo d'affari e amico intimo di Villar, morto nel dicembre 2022.

Tra gli altri presunti benefici, il giudice ha indagato sulla concessione di alcuni lavori a Contreras attraverso società operanti all'interno della Federazione catalana, che erano, inoltre, indirettamente finanziate dalla Federazione spagnola gestita da Villar. Una denuncia anonima giunta alla Procura anticorruzione pochi giorni dopo l'arresto di Villar denunciava un presunto superamento dei costi dei lavori di ricostruzione realizzati nel 2014 presso la sede della FCF, ora sotto attacco. Secondo la denuncia, questi lavori di ristrutturazione sono stati aggiudicati alla Tastavens Real Estate Company, di proprietà dell'imprenditore Jose Contreras, per un importo di 518.702 euro. Questo importo è stato pagato dalla Federcalcio spagnola, guidata da Villar. Tastavens ha subappaltato a un'impresa di costruzioni meno della metà di tale importo (239.000 euro). Il resto della somma versata dovrebbe essere trasferita per pagare altre funzioni, come un ristorante a Cambrils (Tarragona) dove la moglie di Sobez figura come amministratrice.

Villar è stato licenziato nel dicembre 2017 dalla presidenza della Federcalcio spagnola dal Tribunale amministrativo sportivo. Subes si è dimesso da vicepresidente nel marzo 2019, nonostante inizialmente avesse il sostegno di Luis Rubiales, il successore di Villar come federazione.

Sembra che non ci sia modo di trovare pace nella federazione catalana. L'entità ha dovuto ripetere nel febbraio 2023 le elezioni tenutesi mesi prima, nel maggio 2022, a causa di “irregolarità” in diversi punti della votazione, secondo la sentenza del Tribunale sportivo catalano (TCE, abbreviato in catalano), in cui Joan Ha vinto ancora Soteras, che a sua volta è succeduto a Sobeys. L'attuale presidente ha dovuto difendersi durante il suo mandato dalle accuse di aver incaricato membri della sua famiglia di svolgere alcune attività. e l'accesso illegale alle e-mail dell'ex capo degli appalti dell'entità e dell'ex direttore dei servizi legali.

READ  Darwin Nunez è debole per le amichevoli dell'Uruguay e invece hanno convocato Jonathan Rodriguez

Puoi seguire EL PAÍS Deportes su Facebook E Soppure iscriviti qui per riceverlo La nostra newsletter settimanale.