domenica, Giugno 23, 2024

Top 5 This Week

Related Posts

La Spagna di rugby affronta l’Argentina in cerca di salvezza | gli sport

Nonostante gli errori che hanno tenuto la Spagna fuori dalle ultime due edizioni della Coppa del Mondo di rugby a causa di una cattiva organizzazione, Quindici del Leone Rivendica il suo posto sulla scena internazionale. Gli sport ellittici hanno bisogno di nuovi mercati. Un anno dopo il caso di Van den Berg, il sudafricano che ha falsificato il suo passaporto ed è rimasto protagonista di due comode vittorie spagnole nella fase di qualificazione, una pulizia del rugby spagnolo porta sabato alla visita in Argentina, una delle favorite . Per vincere la Coppa del Mondo quest’autunno in Francia, al Metropolitan. Non solo è il rivale più popolare di questo secolo, ma è anche un messaggio universale di salvezza. Il presidente della Federcalcio spagnola di rugby Juan Carlos Martin HansenLo amplifica: “La Spagna è il paese con il maggior potenziale nel mondo del rugby”.

Lo scandalo si concluse con le dimissioni dell’allora presidente Alfonso Figo e la vittoria elettorale di Hansen. Il primo passo dell’Unione è stato quello di “ristabilire un ambiente di credibilità” attraverso il controllo dell’ammissibilità per evitare oltraggi come quelli di Alcobendas, che ha truccato l’ingresso del Sudafrica nel paese per liberare una posizione estera. I club devono dichiarare il proprio rapporto di lavoro con tutti i giocatori e passare attraverso uno specifico comitato che esamina i casi – un ulteriore organo di controllo – e accetta solo passaporti originali. “Le cose possono succedere, come sono successe in tutta la nostra vita, ma per noi prendere un giocatore non qualificato come qualificato adesso sarebbe impossibile. Questo è per dare fiducia. La Spagna è un paese in cui si può investire, la nostra reputazione non sarà più danneggiata” .

READ  Isaiah Thomas, ai protocolli dopo l'adesione alle MAF

Hansen si è recato in Sud Africa nel settembre 2022 per incontrare il presidente della World Rugby Union Bill Beaumont e lo staff internazionale di rugby. Il processo diplomatico ha visto il Real Madrid conquistare la finale del World Rugby Sevens – il formato olimpico – davanti a Londra, Parigi o Milano. E la prima partita contro l’Argentina, arrivata in semifinale in due degli ultimi quattro Mondiali, 30 anni fa. Hansen parla di un premio per i giocatori che rimangono “ingiustamente” senza un Mondiale e avverte che “non è una partita divertente” perché contrappone una squadra superiore nel pieno della stagione contro un’altra che parte da zero. “L’importante è che l’Argentina sia qui e che riuniamo tutti i rugbisti spagnoli. Chiedo alla gente di tirare le somme, è il meno possibile”.

E nel rugby internazionale, la visione tradizionale dei vecchi pieghevoli – lo stallo del Sei Nazioni nell’accettare nuovi partner – convive con il desiderio di espansione. Hansen difende le opzioni della Spagna. “È vicino alla Francia, ha un’economia di 45 milioni di persone, grandi stadi, sicurezza e sviluppo. Perché non diventare un paese di primo livello un giorno?” [la categoría más alta del ranking] Come nella maggior parte degli sport? Il loro obiettivo è la Coppa del Mondo del 2027 in Australia – non solo qualificarsi, ma vincere la partita – e organizzare la Coppa del Mondo del 2035.

Quanto è importante. Per chi viene dal consiglio direttivo di un club come El Salvador la regola è sopra firme Stranieri, il trend dominante nelle ultime due fasi di qualificazione: solo 25 dei 75 giocatori intervenuti sono spagnoli che hanno giocato in Spagna. “Non diamo via i talenti che giocano all’estero, ma non va bene. Qual è il numero perfetto? Non lo so. Non è sciovinismo, ma è una garanzia che le squadre spagnole possano crescere meglio”. “della torta: due terzi sono nazionali. “Lasciateli crescere qui, anche se poi giocheranno in Francia”.

READ  Real Madrid: Madrid è una macchina vincente

La gestione delle risorse ha bisogno di soldi. La Georgia, la seconda potenza del ranking europeo, ha un budget di 14 milioni di euro per la sua squadra maschile d’élite, mentre la Spagna ha 7 milioni di euro per le sue 12 squadre. “Non ne vale la pena, siamo molto lontani da ciò di cui abbiamo bisogno per cambiare il rugby spagnolo”. Hansen ritiene che l’aumento del 40% del suo reddito nell’ultimo anno, grazie al sostegno della World Rugby Union o del Consiglio Supremo per lo Sport e gli Eventi, sia una grande risorsa. È stato proficuo organizzare la fase finale del Campionato Europeo di Rugby – il Campionato Regionale – a Badajoz. “Prima di ciò viene eguagliato o perso; Ora stiamo facendo soldi. È difficile perché le persone non sono abituate a guardare e pagare per il rugby, ma è lì che vanno le riprese.”

Hansen gareggia contro tutti gli altri sport, tranne il calcio, per risorse limitate. Si presuppone che i grandi eventi debbano svolgersi negli stadi di calcio e non coincidere, ad esempio, con la finale della Coppa del Re per lo sport dominante. Parla di “normalizzare” il rugby e che non è uno sport di selvaggi in casco giocato a quattro. Utilizza 40.000 fiches, lo stesso numero di una potenza come il Galles e tre volte più forte di squadre di Coppa del Mondo come Portogallo o Cile. Nel frattempo, la Georgia ne ha 7.500: all-inclusive, militare, beach rugby o rugby in sedia a rotelle. “È molto presente nella società spagnola, è molto più importante di quanto pensiamo e non ne riceviamo alcun riconoscimento”.

READ  Ecco come vi abbiamo parlato delle Prove Libere 1 e 2 - Belgio GP F1 2022

Puoi seguire EL PAÍS Sports su Facebook E Twitteroppure registrati qui per riceverlo La nostra newsletter settimanale.

Graziana Spina
Graziana Spina
"Estremo appassionato di tv. Appassionato di cibo impenitente. Tipico esperto di birra. Amichevole esperto di internet."

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Popular Articles