Maggio 25, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Le forniture di benzina del Venezuela stanno peggiorando mentre …

Le forniture di benzina del Venezuela stanno peggiorando mentre …

Caracas Una coda di un chilometro per fare il pieno a San Bernardino, un’area urbana nel centro di Caracas, che circonda parte dell’area alta nel settore che contiene due stazioni di servizio a tariffa agevolata Fino all’inizio di giugno, quando il dollaro è stato deciso ufficialmente.

Tra le 1.568 stazioni operative nel Paese per la fornitura di benzina, secondo i dati dell’allora ministro del Petrolio Tarek El-Aissami nel 2020; 1.368 fornirebbero il servizio con il metodo del sussidio che includeva 120 litri al mese per i veicoli e 60 litri per i motocicli. Il prezzo ha subito alcune modifiche, dovute alla riconversione della valuta e ad altri aggiustamenti di aumento. Così è il numero di pompe, che ora sono disponibili a un tasso internazionale o in dollari.

A metà maggio, almeno 15 stazioni di servizio sovvenzionate in tre dei principali comuni dello Stato di Bolívar, nel sud del Venezuela, hanno iniziato a offrire la vendita di carburante a prezzi in dollari. Finora a giugno, i vettori di Caracas hanno registrato lo stesso cambiamento in 20 stazioni a tariffa agevolata nella capitale venezuelana.

Negli stati di confine, Zulia o Tachira, non si fa menzione del sussidio. La maggior parte delle stazioni opera a una tariffa internazionale, che scende a 0,5 dollari al litro rispetto ad altri servizi non ufficiali, noti come bachaqueros, a partire da 3 dollari al litro. A Falcon, entità vicina a Zulia, dove si trovano anche due delle raffinerie più importanti del Paese, Amway e Cardon, pur mantenendo i due metodi di pompe disponibili, hanno registrato gravi carenze nell’ultima settimana, senza un spiegazione ufficiale.

Fino a 5 ore di attesa per la fornitura di carburante al tasso del dollaro e fino a 5 giorni con metodo di sovvenzione in questa zona costiera. Alcuni utenti hanno calcolato un’erogazione compresa tra 6.000 e 14.000 litri per postazione, che non consente di rifornire tutte le utenze in fila.

READ  I datori di lavoro delle energie rinnovabili prevedono che i prezzi dell'elettricità diminuiranno nel 2022 | comp

I fallimenti non sono stati annunciati ufficialmente. L’impianto di catalisi e alchilazione di Cardone, CRP, è noto per essere paralizzato, e non si sa per quanto tempo rimarrà così, anche El Palito. La raffineria di Puerto La Cruz sta raffinando 100.000 barili nonostante la sua capacità installata di 190.000 barili e sta producendo 20.000 barili di nafta per la benzina e il governo non ha annunciato la capacità di riserva, quindi cosa c’è adesso?Commenti di José Bodas, segretario generale dell’Unione dei lavoratori petroliferi uniti (Futpv) in contatto con Bloomberg Línea.

Alcuni ex lavoratori come Iván Freites, l’attuale segretario per professionisti e tecnici di Futpv, sostengono che possono essere necessari fino a 30 giorni per riparare i danni arrecati a un’unità. Da parte sua, Bodas riferisce che ciò è dovuto a un problema con il sistema di raffreddamento, elettrico, catalizzatori e sostituzione delle apparecchiature. La dimensione non è nota né per quanto tempo la situazione continuerà.

Le autorità di Petróleos de Venezuela (PDVSA) non hanno emesso una sentenza ufficiale su quanto accaduto. Alla fine di maggio, Juan Carlos Diaz, vicepresidente del consumo nazionale e dell’approvvigionamento per l’azienda statale venezuelana, Ha sottolineato che la crisi dovuta alla carenza è causata da false informazioni sui social network e dalla “destabilizzazione” che ha causatocosì come i mafiosi che tagliano il servizio nella multicanalità per sloggiarsi regolarmente dagli impianti originari.

Bodas afferma che nemmeno l’amministrazione di Nicolás Maduro ha fornito dettagli sulle strategie di coping, Come si faceva in passato con benzina o diesel importati. Gli operai aspettano.

Riduzione delle stazioni di servizio agevolate che mantengono un prezzo di 0,60 bolivar al litro ($ 0,024) e attivazione tramite quote sulla piattaforma Patria System, È stata vista come una misura aggiuntiva che potrebbe mostrare un tentativo di trasferire completamente l’accesso al carburante ai dollari nel paese.

READ  Le vendite di auto nuove (13%) ed elettriche (37%) sono aumentate in Europa nel 2023

La politica del governo è stata quella di aumentare le stazioni con prezzi internazionali, ci sono sempre meno distributori di benzina sovvenzionati. Si tratta indubbiamente di una politica specificaBodas aggiunge alla luce della possibile relazione tra le due scale.