Ottobre 16, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’inflazione dell’Eurozona balza al 3,4% a settembre, il livello più alto da 13 anni | Economia

Il tasso di inflazione annuale della zona euro è cresciuto di quattro decimi a settembre rispetto ad agosto ed è stato del 3,4%, trainato principalmente dall’aumento dei prezzi dell’energia, secondo la prima stima preliminare pubblicata venerdì dall’ufficio di statistica della comunità, Eurostat.

I dati diffusi oggi confermano i rialzi dei prezzi degli ultimi mesi, con l’indice che si è attestato al 2,2% a luglio e all’1,9% a giugno. In termini di componenti, l’energia ha registrato il tasso annuo più elevato, passando dal 15,4% di agosto al 17,4% di settembre.

Seguono i beni industriali non energetici (dal 2,6% di agosto al 2,1% di settembre), gli alimentari, gli alcolici e i tabacchi (dal 2% al 2,1%) ei servizi (dall’1,1% all’1,7%). Per paese, i tassi di inflazione più elevati si trovano in Estonia (6,4%), Lituania (6,3%) e Slovacchia (5,1%). In Spagna l’indice si è attestato al 4%, sette decimi in più rispetto ad agosto.

Il tasso annuo di inflazione core, che esclude l’impatto dei prezzi più volatili dell’energia e dei prodotti alimentari freschi, è stato dell’1,9% nella zona euro, dopo aver toccato l’1,6% nell’ottavo mese del 2021.

Eurostat pubblica i dati CPI completi e rivisti per settembre il 20 ottobre.

READ  Deutsche Telekom guadagna 2.815 milioni di euro a giugno, il 68,6% in più