Febbraio 28, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’IPC cinese aggrava la tendenza deflazionistica e diminuisce dello 0,5% – DW – 09/12/2023

L’IPC cinese aggrava la tendenza deflazionistica e diminuisce dello 0,5% – DW – 09/12/2023

L’indice dei prezzi al consumo, il principale indicatore dell’inflazione in Cina, è sceso dello 0,5% su base annua a novembre, segnando un nuovo passo nel suo trend deflazionistico essendo inferiore di 0,3 punti rispetto al mese precedente, secondo la banca. Dati ufficiali diffusi sabato (12/09/2023) dall’Ufficio nazionale di statistica (ONE).

Questa è la terza volta che l’IPC cinese registra un valore negativo quest’anno, dopo i numeri di luglio e ottobre. Inoltre i dati sono stati inferiori alle attese degli analisti, tra i quali la previsione più diffusa era per un calo, ma dello 0,1%. Gli esperti confermano che questi risultati mostrano le difficoltà incontrate dalla seconda economia del pianeta nello stimolare i consumi dopo la pandemia del virus Corona.

Lo stesso presidente del colosso asiatico, Xi Jinping, ha affermato venerdì che la ripresa post-pandemia “è ancora in una fase critica” e ha messo in guardia contro “l’aumento dei fattori negativi nel contesto politico ed economico internazionale”. “È necessario concentrarsi sull’accelerazione della costruzione di un sistema industriale moderno, sull’espansione della domanda interna e sull’evitare e ridurre i rischi”, ha affermato Xi.

Buon clima e rifornimenti

Dong Lijuan, uno degli statistici, ha indicato le fluttuazioni dei prezzi dei prodotti alimentari e dell’energia come la ragione principale del calo, e ha sottolineato che l’inflazione core – che esclude specificamente queste due materie prime a causa della loro volatilità – è aumentata dello 0,6% su base annua. anno, lo stesso tasso di ottobre.

In un confronto mese su mese, anche l’indice dei prezzi al consumo è sceso dello 0,5% rispetto a ottobre, cosa che Dong attribuisce all’impatto del clima più caldo, dell’adeguata fornitura di prodotti agricoli, dei prezzi globali del greggio più bassi e della minore stagionalità della domanda dei consumatori. ” Per viaggi e altri servizi.

READ  Embracer Group subisce perdite nel primo semestre di 132,3 milioni

DZC (EFE, AFP)