Febbraio 28, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L'Italia abolisce la “Legge Peckham” e molti parlano di “morte del calcio”.

L'Italia abolisce la “Legge Peckham” e molti parlano di “morte del calcio”.

Il 2024 ha portato un cambiamento drastico nel mondo dello sport italiano. Soprattutto nel calcio. Che, per decisione del governo della regione situata nell’Europa meridionale, Il famoso “Editto Cressita” venne soppresso, che ha consentito l'annullamento del 50% delle tasse legate all'arrivo di un giocatore dall'estero. La mossa non tardò a creare una potenziale spaccatura all'interno del Calcio.

La risoluzione è stata annunciata senza preavviso quando il presidente, guidato da Georgia Meloni, ha annunciato che tali benefici per i club non sarebbero stati presi in considerazione nel bilancio 2024. Ha smesso di funzionare il 1 gennaio per l'attuale mercato dei cambi e tutto il resto. Seguimi.

Ma la mossa è durata solo poche ore dal suo annuncio per provocare il caos. “Questa è la morte del calcio italiano”, hanno detto i dirigenti del Milan, completamente contrari alla nuova mossa.

Perché l'Ordine Cressita è così fondamentale? È stato introdotto nel 2019 ed è stato un enorme sollievo per tutti i club consentendo un’agevolazione fiscale del 50% per ogni giocatore ingaggiato fuori dai confini italiani. Doveva essere pagata solo la metà del suo stipendio.

Giorgia Meloni, capo dello Stato italiano e tra i promotori dell'abrogazione del decreto Cressita. Foto: REUTERS.

Allo stesso modo, ci sono alcune regole che ogni calciatore deve rispettare per ricevere il trasferimento previsto da questo decreto: deve venire nel Paese transalpino dopo aver trascorso due o più anni fuori dal Paese con la residenza fiscale e deve firmare un contratto. Ciò li lega al suo nuovo club per almeno due stagioni.

Tuttavia, è stato questo problema a spingere il governo italiano a ritirare il mandato. Lo considerano “immorale” e “discriminatorio” nei confronti di tutti i soldati della nazione.

Cristiano è il firmatario più memorabile sotto il mandato di Cressita.  Foto: AFP.Cristiano è il firmatario più memorabile sotto il mandato di Cressita. Foto: AFP.

Quale sarebbe la parte negativa? Basso nelle aziende. Il decreto incoraggiava tutti i club a puntare solo su giocatori provenienti da altri Paesi, spesso mettendo da parte la propria fabbrica: i giovani italiani che sognano di esordire in Prima Divisione.

Inoltre, la legge Cressita ha portato ad una significativa riduzione della liquidità nel mercato nazionale. Le trattative sono state fatte direttamente con i club stranieri, in quanto la cifra finale da pagare sarebbe stata più economica per gli italiani.

È in quest'ottica che il governo azzurro ha deciso di revocare il decreto. I dirigenti della maggior parte dei club che compongono il Calcio si considerano altamente vulnerabili.

È un autogol. Naturalmente le strategie dei club cambieranno, Ci sarà povertà in termini di qualità. “Sarà un decreto controverso, ma ha permesso più acquisti”, dice la dirigenza dell'Inter, mentre anche squadre come Milan, Juventus, Roma e Napoli protestano contro la situazione.

Allo stesso modo, anche la squadra torinese cerca di ridurre il costo del risultato. “A noi non tocca perché abbiamo tanti giovani”, dice il tecnico della Juventus Allegri.

Allegri prova a stare lontano dal confronto che il Calcio presenta.  Foto: AFP.Allegri prova a stare lontano dal confronto che il Calcio presenta. Foto: AFP.

Il governo però fa orecchie da mercante alle critiche che ricevono non solo dai dirigenti ma anche dai tifosi che temono per il futuro economico e sportivo dei propri club.

“Non va bene perché il governo non raccoglie soldi e se hai uno straniero che paga le tasse in Italia, È meglio di qualcuno che non si presenta e non paga“Lodito analizza il senatore della presidenza, ma è della Lazio.

Juventus, Milan e Roma furono distrutte“, Egli ha detto.

La mossa del governo italiano sembra essere irreversibile. Dopo una stagione in cui i club di Calcio hanno raggiunto tutte le finali internazionali UEFA, si trovano di fronte al dilemma su quale strategia scegliere per rafforzarsi nell'attuale mercato dei trasferimenti: guardare all'estero o trovare un modo per scommettere. Promesse del Club.

Nel frattempo, il Calcio si trova a fronteggiare l’imminente conflitto tra coloro che sostengono l’abrogazione della legge e coloro che vi si oppongono fermamente.

Che effetto avrà questo sui giocatori argentini?

Anche se è vero che calciatori come Lautaro Martínez e Paulo Dybala non hanno contratti ai sensi del decreto Cressita perché vivono in Italia da molti anni, questa mossa potrebbe avere conseguenze future per il calcio argentino.

Ciò non danneggia gli argentini che attualmente vivono in Italia, ma danneggia coloro che si trovano al di fuori dei suoi confini.

Dybala, argentino, ha trascorso gran parte della sua carriera in Italia.  Foto: REUTERS.Dybala, argentino, ha trascorso gran parte della sua carriera in Italia. Foto: REUTERS.

Inoltre, la squadra giovanile di ciascuna squadra può essere occupata dai figli del club.

Questo cambio di gestione economica, quindi, fa sì che gli occhi della Serie A cerchino solo giocatori affermati, evitando di scommettere su investimenti che rischiano di non andare a buon fine e potenzialmente di perdere soldi.