mercoledì, Giugno 19, 2024

Top 5 This Week

Related Posts

Lo studio suggerisce che luoghi misteriosi all’interno della Terra abbiano causato la tettonica a placche

4,5 miliardi di anni fa, la collisione formò la Luna e potrebbe aver dato inizio alla tettonica a placche. – (Immagine illustrativa)

Circa 4,5 miliardi di anni fa, un oggetto di… Marte si è schiantato Terra Alzandosi, girando la nostra luna. Ora, un team di scienziati suggerisce che questo impatto gigantesco abbia avuto un impatto ancora più grande: l’impatto ha lasciato dietro di sé zone misteriose all’interno del pianeta Terra Potrebbe aver contribuito all’inizio della tettonica a placche, il processo geologico che alimenta terremoti, vulcani e, in generale, Permette alla vita di esistere sul nostro pianeta.

L’idea è stata sviluppata utilizzando modelli computerizzati in un nuovo studio pubblicato sulla rivista Lettere di ricerca geofisicaè un tentativo di rispondere a una delle domande fondamentali sul nostro pianeta.

Viviamo sull’unico pianeta noto ad avere una superficie composta da placche rocciose che scivolano e si scontrano tra loro in aree adiacenti mentre l’interno surriscaldato si muove. Questo dramma segreto di solito passa inosservato a livello umano, tranne quando si verifica un terremoto o un’eruzione vulcanica. Ma la maggior parte degli esperti concorda sul fatto che questo processo Assolutamente essenziale per la vita come la conosciamoPerché aiuta il pianeta a riciclare il carbonio, che è importante per mantenere un clima vivibile. Ciò su cui gli esperti non sono d’accordo è l’origine della tettonica a placche.

Gli scienziati esplorano le misteriose regioni interne come chiavi dell’evoluzione della Terra.- (Illustrazione)

Il nuovo articolo si basa su un’idea precedente che tenta di spiegare un mistero geologico. Per decenni, i geologi hanno speculato sull’esistenza di luoghi misteriosi nelle profondità del mantello terrestre, scoperti mediante imaging sismico. Queste masse massicce e dense sembrano essere fatte di un materiale diverso rispetto al mantello circostante, sollevando dubbi su cosa siano e come si siano formati.

READ  Prost inediti e tante biografie, tra le novità non fiction del 2022

La teoria è stata pubblicata sulla rivista natura L’anno scorso offre una spiegazione, ma fa anche sollevare qualche sopracciglio. Ciò indica che dopo che il corpo che ha formato la Luna si è scontrato con il nostro pianeta, alcuni pezzi sono rimasti intatti all’interno della Luna. Terra.

Il nuovo studio porta questa idea un ulteriore passo avanti: circa 200 milioni di anni dopo l’impatto, queste bolle sommerse potrebbero aver contribuito alla creazione di pennacchi caldi all’interno della Terra. Terra Ciò ha cambiato la superficie in subduzione, aprendo degli spazi nella crosta terrestre e consentendo alle placche circolari di affondare, un processo chiamato subduzione.

Secondo gli autori, questo processo potrebbe spiegare perché esistono i minerali più antichi del mondo Terra Sono cristalli di zircone che sembrano aver subito un processo di subduzione più di 4 miliardi di anni fa. Inoltre, lo suggeriscono Potrebbe aver contribuito all’emergere della moderna tettonica a placche. “L’enorme influenza non è l’unica ragione per cui esistiamo lunaSe è così, ha anche definito le nostre condizioni iniziali Terra“, Egli ha detto Qian Yuan, Geologo Seguace Istituto di tecnologia della California E uno degli autori dell’opera.

Altri geologi hanno affermato che il modello era interessante, ma ha sollevato molte domande. Taras GeriaGeologo Politecnico federale di Zurigoha dichiarato in una e-mail che l’idea della subduzione iniziale è stata il risultato di forti pennacchi di mantello subito dopo la collisione che si sono formati… luna Affidabile e supportato da modelli e alcuni dati geochimici. Ma ha aggiunto di non essere sicuro se ciò avrebbe dato origine alla moderna tettonica a placche o se avrebbe causato un rapido riciclaggio globale dell’intera crosta, simile a quello che potrebbe accadere su un pianeta inospitale. Venere.

Uno studio indica che l’antico impatto ha contribuito all’emergere della tettonica a placche.- (Informazioni sull’immagine)

Michele MarroneGeologo Università del MarylandHa detto che non è chiaro come una zona di subduzione circolare possa dare origine ai confini globali delle placche e ai mosaici di placche litosferiche che si trovano nella moderna tettonica a placche.

READ  Tammy Barra: Chi è Kenngtzz, il presunto nuovo fidanzato dell'influencer

“Dobbiamo tenere presente che non ci sono prove sufficienti per conoscere la situazione tettonica della zona obsoleto“, diceva l’eone, che durò tra 4.000 e 2.500 milioni di anni marrone. “Quindi, da un punto di vista filosofico, è quasi certamente sconosciuto e sconosciuto. Penso che questo punto a volte venga perso.”.

TMark HarrisonIllustre professore di ricerca presso Università della California, Los AngelesRecentemente ho scritto un articolo dal titolo “Non sappiamo quando è iniziata la tettonica a placche”.. In esso, ha messo in discussione le ipotesi integrate nel modello, indicando discrepanze geochimiche che mettono in dubbio la stessa teoria dell’impatto gigante.

“Se non avessimo le placche tettoniche, non avremmo questa conversazione, perché la nostra specie non sarebbe emersa”, ha detto Harrison. “La cosa migliore che posso dire alla gente è che la mia generazione… non è riuscita a risolvere la questione più interessante lasciata alla scienza, ovvero come e in quali condizioni è nata la vita.” Per i futuri studiosi porta con sé un messaggio: “Vi abbiamo lasciato un piccolo regalo incartato”.

Chiara Pisano
Chiara Pisano
"Drogato televisivo certificato. Ninja zombi esasperatamente umile. Sostenitore del caffè. Esperto del Web. Risolutore di problemi."

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Popular Articles