Marzo 2, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

A gennaio, secondo Espacio Público, ci sono state 24 violazioni della libertà di espressione

A gennaio, secondo Espacio Público, ci sono state 24 violazioni della libertà di espressione

In Il Venezuela ha registrato 24 violazioni del diritto alla libertà di espressione A gennaio si è registrato un calo del 29,4% rispetto allo stesso mese dell'anno scorso, quando furono contati 34 casi, secondo i dati diffusi mercoledì dalla ONG. Spazio pubblico.

L’organizzazione ha indicato, in un comunicato stampa, che la maggior parte delle violazioni documentate erano “Atti di censura, intimidazione e attacchi ai giornalistiE professionisti dei media, attivisti e organizzazioni della società civile”.

Ha sottolineato che lo Stato “resta la vittima e il principale aggressore della libertà di espressione nel paese”, sottolineando che istituzioni, forze di sicurezza e funzionari, così come “simpatizzanti del partito al potere”, sono tra i responsabili di questi violazioni.

Espacio Público ha incluso nel suo rapporto il caso di due giornalisti costretti dai funzionari di un'azienda governativa a cancellare fotografie e materiali audiovisivi che avevano scattato durante l'attività dell'azienda, e il caso di un altro attivista sociale e attivista sociale di Caracas. Vittima di “intimidazioni e molestie” sui social media da parte di “simpatizzanti del partito al potere”.

Sistema di censura in Venezuela

Lo scorso novembre, l’Associazione interamericana della stampa (IAPA) ha riferito che in Venezuela, “come è avvenuto per molti anni”, viene mantenuto un “sistema di censura continuo e sistematico” che “genera l’autocensura tra i media indipendenti”.

Secondo quanto disse allora l'IAPA, nella nazione caraibica “almeno due stazioni vengono sospese ogni mese” per ordine dell'organismo governativo di regolamentazione, la Commissione nazionale delle telecomunicazioni (Conatel), ai cui “standard discrezionali” i servizi televisivi e i media radiofonici sono soggetti. .

Secondo i dati preliminari forniti all’EFE da Espacio Público a gennaio, lo scorso anno sono state registrate 383 violazioni della libertà di espressione, con un calo del 17,4% rispetto al 2022, quando furono contate 464 violazioni.