Maggio 25, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La vita di Letty è una canzone (con l’aiuto dell’intelligenza artificiale)

La vita di Letty è una canzone (con l’aiuto dell’intelligenza artificiale)

Quanti gradi diversi compongono un artista? La risposta sarà qualcosa del genere: tutto ciò che ti circonda e ti forma come persona. L’Ekho Research Group, un team interdisciplinare (musicologi, demografi, architetti…) dell’Università di Barcellona (UB) guidato dalla professoressa Magda Polo, Ha studiato l’ambiente, gli elementi e le condizioni che hanno nutrito il rapper catalano Leïti Sène tutta la sua vita per innovare con l’aiuto dell’intelligenza artificiale (AI), Una canzone sull’artista, cioè sul suo DNA come persona e come cantante. Polo riassume: “Dallo studio del suo ambiente e del suo habitat, traiamo un’idea che informa la sua personalità e il suo modo di creare”.


Il progetto, che ha iniziato a essere contemplato nel maggio 2022 e sviluppato lo scorso ottobre, sarà annunciato al Simposio internazionale su paesaggio sonoro, musica avanzata e intelligenza artificiale organizzato da Ekho Group martedì e mercoledì in collaborazione con Sonar. E la canzone può essere ascoltata per la prima volta questo giovedì su Sónar + D, L’aspetto tecnologico e scientifico del festival, che si svolge dal 15 al 17 giugno.

Il risultato finale sono nove minuti di canzone – “Letty’s world is so rich… Era un personaggio molto interessante per uno studio di questo tipo” – creata in maniera ibrida e con l’intelligenza artificiale come ulteriore strumento. “L’intelligenza artificiale può essere una risorsa ampiamente utilizzata, sono molto favorevole, ma finché sai come usarla e fintanto che vuoi rispettare lo stile dell’artista”, spiega l’investigatore principale di Ekho, che nonostante la sua work è ancora alla ricerca di finanziamenti per un progetto che possa essere trasferito a “molti altri ambiti sociali e culturali.

READ  Kylie Jenner da a conocer el nombre de su hijo y causa sensación en redes

per iniziare a creare la canzoneHanno fatto diverse interviste ai rapper e uno studio urbano Dal sito creato Leïti, il cui padre è senegalese e la cui madre è catalana, come persona e ha estratto i loro clip audio utilizzando apparecchiature di registrazione. Tra gli altri, il quartiere Born di Barcellona. Anche Polo lo ha seguito per 24 ore, durante le quali ha visto, ad esempio, che come musulmano pregava versetti del Corano più volte al giorno. Questo è un elemento che si riflette anche nella canzone finale. Infatti, il titolo della canzone è “Tariq As-Sahih” (Let’s Go To The Right Path), tratto da un versetto del libro sacro dell’Islam.


Zuppa musicale

da li, Gli esperti di intelligenza artificiale del team si sono dedicati al “debriefing” di quaranta argomenti postati dal cantante – Anche una carriera nella recitazione in serie come “Elite” (Netflix) – Per “Leïti Musical Rule”. “L’intelligenza artificiale ha bisogno di molte informazioni per fare qualcosa di molto piccolo, quindi la vedo come uno strumento ibrido che ti permette di giocare con altri stili e altri modi di comporre, ma non rifiuta completamente la creatività umana”, spiega Polo.

Questa zuppa manca ancora di ingredienti. Vedemmo [en las entrevistas] Poiché c’erano concetti per lui molto importanti, come l’onore e la famiglia, sempre più la cultura africana», dice il ricercatore, il quale spiega che per quest’ultimo motivo hanno introdotto strumenti dal Senegal per la base musicale. Ma mancava ancora qualcosa: la canzone era testi mancanti, che AI ​​non ha corretto con precisione.

READ  La reazione di Fabi Cantelo nel guardarla dalla serie Vito Pays con Mika Riera

“Non abbiamo toccato nulla della base musicale, è puramente intelligenza artificiale, ma abbiamo provato a convincerlo a comporre una canzone rap e abbiamo visto che non si adattava, non si adattava al ritmo, e lui l’ha costruita da alcune frasi che a volte non avevano senso”, spiega Polo, che ha scritto il testo della canzone che viene interpretato dalla voce riprodotta di Letty. “Non è abbastanza raffinato da far sembrare le cose molto simili a ciò che farebbe normalmente un particolare artista”, dice.

Letty, che si esibirà al Sonar sabato 17 alle 18:00, Ha ascoltato per la prima volta la canzone il 30 giugno (un momento catturato nella foto che fa capo a questo testo) e secondo Polo si è congratulato con gli autori perché ha visto la sua vita e i suoi valori come persona riflessa. “Penso che studi di questo tipo possano aiutare molto a comprendere e comprendere molti stili musicali”, scatta il ricercatore Ekho al progetto.