Marzo 5, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“Non era mia intenzione attaccare nessuno.”  soddisfazione

“Non era mia intenzione attaccare nessuno.” soddisfazione


Dopo aver perso El Clásico contro il Real Madrid (1-2), Ilkay Gundogan è diventato serio in zona mista. Il centrocampista ha dichiarato: “Dopo una partita così importante e un risultato inutile, vorrei vedere più rabbia e delusione (…) Non sono venuto qui per perdere questo tipo di partite o per permettere che queste lacune si allarghino”. Per alcuni, le sue dichiarazioni hanno suscitato polemiche sulla posizione dello spogliatoio. Settimane dopo, il tedesco fu responsabile della loro sospensione in un’intervista a Bein Sports.

Non posso mettermi nei panni degli altri per sapere come ci sono arrivati, ma ho espresso la mia opinione con franchezza e non era mia intenzione attaccare niente e nessuno. Voglio dire, quando critico la mia squadra, per qualsiasi motivo, ovviamente includo me stesso“, ha ammesso l’autocritico Gundogan.

“Comincio sempre da me stesso. Penso di avere abbastanza esperienza per sapere come funziona questo business, ma prima mi guardo sempre allo specchio e giudico prima me stesso e non gli altri.. “Voglio che facciamo del nostro meglio perché vedo molto potenziale in questa squadra, molta qualità”, ha detto.

A parte quelle parole dopo il confronto con il Real Madrid, il giocatore tedesco ha voluto mettere a tacere anche le voci che parlavano della possibilità di partire a gennaio per la Lega Saudita. “Forse devo abituarmi, c’è molto rumore intorno a me. Ma ovviamente ci vuole un po’ di tempo per adattarsi all’arrivo in un nuovo paese, una nuova cultura, una nuova città, nuove persone, un nuovo modo di giocare a calcio, ma sono molto felice dove sono adesso.. Sto affrontando la situazione sempre meglio. Ho trovato anche una casa con la famiglia. “In termini di sentirsi felici e apprezzare dove siamo, ora come famiglia siamo davvero in una buona posizione.”

READ  Argentina - Trasmissione in diretta Croazia: Gli ultimi momenti della Coppa del Mondo Qatar Trasmissione in diretta Semifinali

Una delle altre questioni che anche Gundogan ha voluto chiarire al Bein Sports è che con lui la questione non è stata capita Pedri e De Jong. Tutti e tre sono stati titolari nella recente vittoria del Barcellona in Champions League contro il Porto. “Ad essere sincero, sto ascoltando questa storia per la prima volta adesso. Ma ancora una volta, dimostra anche quanto rumore c’è intorno a noi. Se giochiamo bene insieme, leggerai quanto andiamo d’accordo (..) TDevo dirti che mi sono sentito molto a mio agio giocando con Frenkie e Pedri. Credo che nell’ultima partita abbiamo avuto qualche difficoltà, ma abbiamo anche giocato contro una buona squadra. Non c’è squadra, né in Champions League né nella Liga, da cui ti aspetteresti di dominare l’intera partita. Mi sono sentito molto a mio agio ad avere questi due giocatori straordinari e straordinari al mio fianco. Francamente non bisogna dimenticare che entrambi sono rientrati di recente dopo diverse settimane di infortunio. Ha aggiunto: “Abbiamo bisogno di più tempo insieme, di giocare insieme per abituarci l’uno all’altro, e poi sono sicuro che le cose andranno meglio”.

Per quanto riguarda l’avversario di domenica a Montjuïc, il Barcellona ospita l’Atletico Madrid di Simeone, e Gundogan ha avuto parole di elogio. “Sono sicuro che lotteranno per lo scudetto fino alla fine della stagione, quindi sono nostri diretti concorrenti, ma sappiamo cosa possiamo fare e il nostro obiettivo è vincere la partita.. E ho sempre avuto la sensazione che se fossimo stati rapidi nel prendere le nostre decisioni, se fossimo rimasti pazienti in campo, se avessimo trovato gli spazi giusti in cui giocare, avremmo potuto muovere molto l’avversario, e quando c’era l’opportunità di rompere attraverso, ne abbiamo approfittato. Ma a volte ciò richiede prima diverse procedure. “Non succede più con il primo attacco, ma richiede molta pazienza e il modo in cui l’Atletico difende, quanto bene difendono, quello potrebbe essere un punto chiave per domenica”.